Fiumefreddo di Sicilia, la minoranza consiliare sui problemi di carenza d’acqua -
Catania
26°

Fiumefreddo di Sicilia, la minoranza consiliare sui problemi di carenza d’acqua

Fiumefreddo di Sicilia, la minoranza consiliare sui problemi di carenza d’acqua

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato della minoranza consiliare di Fiumefreddo di Sicilia relativo ai problemi idrici del paese con l’avvicinarsi della stagione estiva.

“Da diverse settimane cittadini di Fiumefreddo lamentano l’assenza di acqua in varie zone del paese o, cosa più inquietante, acqua che compare e scompare come per magia – è la denuncia dei Consiglieri comunali di minoranza Marinella Fiume, Giuseppe Nucifora, Giovanni Spinella e Maria Taormina per un disservizio che, specialmente in periodo di Covid-19, non è assolutamente tollerabile.

Purtroppo ci risiamo, puntualmente con l’avvio della stagione di irrigazione iniziano i problemi per i fiumefreddesi, impossibilitati ad avere l’acqua persino al piano terra in alcune zone, dove anche l’installazione dell’autoclave risulta praticamente inutile ma, attraverso i social, abbiamo appreso che, a quanto pare, alcuni cittadini hanno usufruito dell’autobotte comunale per avere riempita la propria vasca.

Comprendiamo il gesto, ma a questo punto ci chiediamo: questo servizio è esteso a tutta la comunità? Come fare per richiederlo? Ne sono stati informati tutti i cittadini? Questa Amministrazione, che sul problema dell’acqua ha basato la propria campagna elettorale, salvo poi veder peggiorare la situazione, non riesce nemmeno a riparare le numerose perdite che si vedono a vista d’occhio e che puntualmente abbiamo formalmente segnalato (diverse nel quartiere di Liberto, ma anche sul lungomare). Inoltre, manca l’acqua nella postazione del 118 (segnalata anche questa), senza dimenticare che adesso inizieranno i problemi per bar e ristoranti, che pian piano devono cercare di tornare alla normalità.

Quando si avanzano tutti questi problemi si risponde che non ci sono soldi ma ci chiediamo: come si possono effettuare gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, se dall’insediamento di questa amministrazione (3 anni), non è stata inviata alcuna fattura per l’acqua? E ancora: si controlla adeguatamente l’uso che si fa dell’acqua potabile? Insomma, è il cane che si morde la coda ma, come dicono i cittadini da alcune settimane, “Ricominciamo” proprio in linea con lo slogan che ha contraddistinto la campagna elettorale di questa amministrazione”.

Alessandro Famà

Potrebbero interessarti anche