Francavilla di Sicilia: una "Allucinazione Collettiva" nella sala consiliare -
Catania
30°

Francavilla di Sicilia: una “Allucinazione Collettiva” nella sala consiliare

Francavilla di Sicilia: una “Allucinazione Collettiva” nella sala consiliare

Almeno stavolta non è la cronaca politica di una… seduta di Consiglio Comunale, ma la denominazione della mostra d’arte tenutasi la settimana scorsa su iniziativa del giovane pittore Nunziato Damino e che ha visto esporre, insieme a lui, quattro creativi di Catania nonché i compaesani Susanna Catalano, Emma Giuffrida e Giuseppe La Maestra

Esattamente un anno fa, il giovane pittore Nunziato Damino si faceva conoscere ed apprezzare nel proprio Comune d’origine, ossia Francavilla di Sicilia, con una ben riuscita mostra personale, intitolata “Notturni” e svoltasi nelle sale di Palazzo Cagnone (cliccare qui per leggere il servizio giornalistico che dedicammo all’evento). Quest’estate, invece, Damino ha voluto coinvolgere nella sua seconda esperienza espositiva francavillese anche altri amici e colleghi artisti, sia locali che di Catania, città da lui frequentata per motivi di studio.

Una panoramica della mostra con in primo piano, adagiate sul pavimento, le opere della scultrice Susanna Catalano

E’ così venuto fuori l’evento “Allucinazione Collettiva”, una mostra di arti visive ospitata per l’intera scorsa settimana nella grande aula consiliare “Falcone e Borsellino” del palazzo municipale di Piazza Annunziata.

Come spiega il direttore artistico Nunziato Damino, «ho contattato alcuni validissimi artisti di mia personale conoscenza e dagli stili diversi, le cui opere, tuttavia, hanno ben “convissuto” l’una accanto all’altra dando vita ad un risultato armonico».

Una delle opere di Nunziato Damino

Dall’Accademia delle Belle Arti di Catania, in particolare, provenivano Lorenzo Bonaccorsi, Cecilia Paladino, Giuseppe Guarrera e Berto Luciani, i quali hanno portato alla collettiva francavillese delle originali realizzazioni incentrate, tra l’altro, sulla vita di coppia (Bonaccorsi), su collage d’impatto (Paladino), sulla tragedia del lutto trattata con ironia (Guarrera) e su una innovativa rappresentazione dei paesaggi (Luciani).

Per quanto concerne invece gli artisti di Francavilla, ad esporre ad “Allucinazione Collettiva” sono stati Susanna Catalano, Emma Giuffrida, Giuseppe La Maestra ed, ovviamente, l’organizzatore Nunzio Damino.

Susanna Catalano, laureata in Scultura, ha messo in mostra opere a prima vista astratte ma estremamente comunicative (tra cui “Le Nuvole”), da lei realizzate impiegando materiali alquanto “consistenti” quali il marmo ed il vetro.

Il dipinto di Emma Giuffrida “Il drago invisibile”

Apprezzato dai visitatori anche lo stile prevalentemente figurativo di Emma Giuffrida, studentessa di Grafica d’Arte all’Accademia delle Belle Arti, la quale ama riprodurre su tela animali mitologici e leggendari e figure oniriche.

Uno spazio della recente esposizione francavillese è stato dedicato anche alla foto d’arte con gli scatti di Giuseppe La Maestra, riproducenti angoli di natura della Valle dell’Alcantara sapientemente “schierati” dall’autore su di uno sfondo nerastro.

Il “patron” Nunziato Damino, infine, per l’occasione ha voluto ufficialmente presentare ai propri concittadini il suo nuovo linguaggio espressivo, che rappresenta un’ulteriore evoluzione rispetto al genere che aveva proposto l’estate scorsa nella personale “Notturni”, all’insegna di metafisicità e pop art.

L’allestimento fotografico di Giuseppe La Maestra

«Solitamente – tiene a sottolineare al riguardo il giovane e colto artista figurativo francavillese – i pittori offriamo delle immagini. Ma visto e considerato che la società contemporanea è ormai “satura” di immagini, nella mia attuale fase creativa ho pensato di conferire ad esse una certa tridimensionalità impiegando sulla tela materiali quali l’argilla, la cartapesta ed il poliuretano, in grado di ricreare un effetto “a rilievo” che va oltre la raffigurazione piatta.

Le opere (da sopra) di Giuseppe Guarrera e Berto Luciani

«Ma al di là che ciò che mi riguarda, sono più che soddisfatto della riuscita di questa collettiva, in cui tanto ho creduto, e ringrazio gli amici e colleghi artisti che hanno prontamente accolto il mio invito a parteciparvi: sono giovani come me, ma meritevoli di essere conosciuti ed apprezzati».

Agli espositori di “Allucinazione Collettiva” ha pubblicamente rivolto i suoi complimenti il sindaco di Francavilla di Sicilia, Enzo Pulizzi.

Il primo cittadino del Comune dell’Alcantara ha in particolare dichiarato che «la nostra aula consiliare è stata sede in questi giorni di una mostra di alto livello artistico, sapientemente organizzata e molto apprezzata dai tanti visitatori. Questa ed altre sono iniziative lodevoli che meritano di essere incentivate e supportate, specie se, come in questo caso, provengono dai giovani, che sono il futuro della nostra comunità.

Le opere (da sinistra) di Cecilia Paladino e Lorenzo Bonaccorsi

«Questa collettiva d’arte che ha ulteriormente impreziosito le nostre manifestazioni estive di quest’anno – ha concluso il sindaco di Francavilla di Sicilia, Pulizzi – la considero un evento qualificante».

Rodolfo Amodeo

 

FOTO PRINCIPALE: da sinistra gli artisti figurativi francavillesi Emma Giuffrida, Susanna Catalano e Nunziato Damino, organizzatore della mostra “Allucinazione Collettiva”

Potrebbero interessarti anche