Giravano su un’auto rubata: tre denunciati per “ricettazione" -
Catania
22°

Giravano su un’auto rubata: tre denunciati per “ricettazione”

Giravano su un’auto rubata: tre denunciati per “ricettazione”

L’attività operativa h24 delle “Gazzelle” del Nucleo Radiomobile di Catania continua costantemente, assicurando oltre alla pronta risposta alle esigenze dei cittadini che si rivolgono ai Carabinieri per il pronto intervento, anche da un’attenta azione di controllo del territorio al fine di prevenire i reati in genere.

In particolare, l’altra notte, nel corso di un servizio di perlustrazione finalizzato alla prevenzione ed il contrasto all’illegalità diffusa con l’obiettivo di incrementare il livello di sicurezza reale e percepita dei cittadini e di contrastare i fenomeni criminali più odiosi, tra cui quelli predatori, un equipaggio del Radiomobile di Catania ha denunciato 3 pregiudicati per ricettazione.

Nel dettaglio, i Carabinieri, che stavano pattugliando corso dei Mille, notavano una Peugeot 206 ferma ai margini della strada con all’interno 3 persone che, alla vista della pattuglia, ripartivano a modestissima velocità, come se volessero evitare di attirare l’attenzione dei militari.

Questo strano movimento, non è però passato inosservato all’occhio esperto dell’equipaggio dell’Arma che, quindi, ha deciso di bloccare il veicolo per approfondire i controlli.

Subito raggiunti e fermati, gli occupanti si mostravano palesemente nervosi e preoccupati,  il  motivo di questo loro stato d’animo è stato, immediatamente, chiarito in seguito al controllo eseguito alla Banca Dati in uso alle Forze di Polizia, dove è emerso che i tre, un carlentinese di 45 anni, una 37enne ed un 35enne catanesi, erano tutti pregiudicati ma, ancor di più, che il veicolo su cui stavano viaggiando, veniva identificato come rubato lo scorso 25 aprile a Misterbianco, ai danni di 61enne del posto.

I 3 soggetti, quindi, sono stati tutti denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione, mentre l’auto è stata riconsegnata al legittimo proprietario che, incredulo di aver recuperato il suo veicolo, ha ringraziato calorosamente i militari operanti.

Potrebbero interessarti anche