Russo Calcio, tre punti casalinghi… con tanta sofferenza! -
Catania
14°

Russo Calcio, tre punti casalinghi… con tanta sofferenza!

Russo Calcio, tre punti casalinghi… con tanta sofferenza!

Marcatori: 33’Leotta, 23’st Dumitrascu, 37’st Condorelli.

RUSSO SEBASTIANO CALCIO: Cisterna, Papa, Pappalardo P., Nicotra (25’st Condorelli), Pappalardo S. (38’st Bisicchia), Salemi, Emanuele (33’st Napoli), Messina A., Tornitore, Leotta (39’st Cartellone), Platania (42’st Patanè M.). All. Seminara.

FC BELPASSO 2014: Colonna, Strano, Benfatto, Rottella (42’st La Spina), Racca, Mascali, Bonaccorsi, Tirri, Dumitrascu, Giuffrida, Castagna (1’st Sottile). All. Stella.

Arbitro: Guastella (Ragusa)

Collaboratori: Coletta (Catania) e Avola (Ragusa).

TORRE ARCHIRAFI. Un pomeriggio di sudore, fatica e sofferenza ma che, alla fine, ha portato alla Russo Calcio i tre punti di una vittoria strappata sì nei minuti finali ma, alla luce dell’andamento della gara, pienamente meritata. La formazione allenata da mister Seminara, dopo aver metabolizzato la sconfitta esterna in Coppa Sicilia contro l’Aci S. Antonio, è scesa in campo con la giusta determinazione per avere ragione di un Belpasso dimostratosi molto coriaceo e combattivo, soprattutto nella prima parte del secondo tempo, avendo come terminale offensivo l’ex di turno, il sempre temibile Marius Dumitrascu. Prima dell’inizio della gara il Presidente Pietro Romano e il Direttore Sportivo Mario Chillari hanno consegnato una targa ad Antonio Cisterna, per aver difeso la porta della Russo Calcio per oltre 200 partite!

Arriva il fischio d’inizio e la fase di studio dura ben poco: già al 7’ un rilancio corto di Colonna diventa un assist per Tornitore il quale, bruciando sullo scatto Benfatto, si presenta solitario al limite dell’area ma il portiere ospite, riparando all’errore precedente, esce alla disperata e chiude lo specchio della porta. Altri 9 minuti ed ancora Colonna protagonista quando, su un cross di Emanuele dalla destra, toglie la palla dalla testa di Tornitore, pronto alla deviazione sotto porta. Al 25’ ancora la fascia destra diventa la porta di accesso al bunker ospite, con Leotta che salta due difesnori e crossa al centro, con Racca a vestire i panni del salvatore con la deviazione in angolo ad anticipare Emanuele e Nicotra pronti alla botta ravvicinata davanti a Colonna. Poco Belpasso e tanta Russo Calcio nella prima mezz’ora, con una superiorità che si concretizza al 33’: sull’ennesimo affondo locale dalla fascia destra arriva uno spiovente a centro area ospite, Emanuele salta ma viene spinto alle spalle da un difensore, palla a Leotta sulla zona sinistra, per un diagonale potente e preciso che si insacca sul palo opposto (foto sotto). A questo punto gli animi si scaldano e scatta un parapiglia a centrocampo con gli ospiti protagonisti in chiaroscuro: mentre mister Stella cerca di calmare i suoi, Tirri minaccia più volte la panchina locale, mimando il tipico gesto di, diciamo così “decapitare come le acciughe”. L’arbitro lo ammonisce ma, nonostante la segnalazione del suo collaboratore che lo invita all’espulsione del soggetto date le reiterate minacce, lo lascia in campo. La Russo ha anche la chiara opportunità del raddoppio, al 42’, ma le conclusioni Leotta, Nicotra ed Emanuele sono murate dalla difesa ospite.

La ripresa, a dispetto delle previsioni, scompiglia tutte le certezze dei locali, sia giocatori che spettatori: il pallino del gioco passa nei piedi del Belpasso, che comincia a spostare decisamente in avanti il baricentro del suo gioco offensivo. La difesa locale regge, ma comincia pure a farsi sentire la stanchezza in molti dei ragazzi di mister Seminara. L’occasione per spazzare vai le velleità di rincora del Belpasso passa per i piedi di Tornitore, al 17’: Leotta conquista palla a centrocampo e semina due difensori sulla destra, palla al centro per l’accorrente attaccante ma, a porta praticamente libera, la conclusione è debole e finisce sul corpo di Colonna in uscita. E la regola del “gol sbagliato, gol subito” si palesa subito dopo, al 22’: punizione dalla distanza di Mascali, palla deviata dalla barriera e Cisterna costretto ad un tuffo felino per deviare la palla, sugli sviluppi dell’azione, spiovente dalla destra per il palo opposto, salta di testa Dumistrascu (fino a quel momento assente dal taccuino) che tocca il pallone quel tanto che basta per mandarlo sul palo sinistro, dove Cisterna non può arrivare. Una doccia fredda salutare che, assieme alle sostituzioni operate da mister Seminara, scuote la Russo Calcio e la fa ritornare ai suoi efficaci schemi offensivi. E proprio dall’ennesima puntata offensiva dalla fascia destra arriva la rete della vittoria, al 37’: fallo al limite dell’area su Condorelli e punizione dal vertice destro dell’area, sassata a spiovere di Condorelli che piega le mani a Colonna e si insacca, assolutamente imparabile, all’incrocio sinistro dei pali!

Alla gioia per i tre punti conquistati, a fine gara si aggiunge quella per la conferma del passaggio di turno in Coppa Sicilia, nonostante la sconfitta, in qualità di migliore formazione tra quelle perdenti.

Corrado Petralia

Potrebbero interessarti anche