Estorsioni ad Adrano: in manette 9 appartenenti al clan Mazzei I NOMI -
Catania
12°

Estorsioni ad Adrano: in manette 9 appartenenti al clan Mazzei I NOMI

Estorsioni ad Adrano: in manette 9 appartenenti al clan Mazzei I NOMI

Commissionavano estorsioni ai danni soprattutto di facoltose imprese. A sgominare un clan ad Adrano è stata la squadra mobile della questura di Catania a conclusione di un’articolata attività di indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia. In 9 sono finiti in manette nell’arco di una manciata di giorni.

A capo del clan viene considerato il pregiudicato Francesco Lombardo, 43 anni, oltretutto arrestato in flagranza di reato. L’uomo è stato fermato e controllato a bordo della propria autovettura a Santa Maria di Licodia immediatamente dopo avere ritirato la somma di 5 mila euro che sarebbe stata richiesta a titolo estorsivo ad un imprenditore e consegnata in acconto alle 100 mila euro che venivano pretese. Con lui risultano indagati Antonino Bua, 33 anni, Francesco Celeste, 33 anni, Agatino Lo Cicero, 39 anni, Cristian Lo Cicero, 35 anni, Maurizio Montalto, 42 anni, Dario Scalisi, 23 anni, Giuseppe Viaggio, 38 anni, e David Giuseppe Costa, 39 anni.

Dalle indagini è emerso che Lombardo si stesse apprestando a consegnare i 5 mila euro a Cristian Lo Cicero. I due nel mese di dicembre, secondo quanto ricostruito dalla polizia, avrebbero più volte reiterato la richiesta estorsiva minacciando ripetutamente la vittima e la sua famiglia. Tali minacce venivano a conoscenza della polizia che ha proceduto ai riscontri.

A tutti gli indagati, anche sulla scorta di dichiarazioni rese da collaboratori di giustizia, è stata contestata l’aggravante di avere commesso il fatto quali appartenenti al clan mafioso capeggiato da Cristian Lo Cicero ed operante in Adrano quale articolazione territoriale del clan Mazzei di Catania.

Nel corso della perquisizione veniva rinvenuta e sequestrata all’interno dell’abitazione di Cristian Lo Cicero la somma di circa 91 mila euro in contanti, ritenuta provento delle estorsioni. Per tutti gli indagati l’accusa è di estorsione pluriaggravata contestata in concorso.

Potrebbero interessarti anche