Giarre, delibere “alterate”: tutti i nuovi particolari -
Catania
22°

Giarre, delibere “alterate”: tutti i nuovi particolari

Giarre, delibere “alterate”: tutti i nuovi particolari

Si apprendono nuovi e importanti particolari sulla vicenda che ha coinvolto il dirigente finanziario Letterio Lipari e il capo servizio Salvatore Trischitta. Niente Limiti e Gazzettinonline sono venuti in possesso di documenti inediti che evidenziano nuovi scenari. In primis si apprende che la vicenda giudiziaria relativa alla visita ministeriale di Zompi al Comune di Giarre si è concretizzata nel gennaio del 2013 con la trasmissione a Lipari e Trischitta dell’avviso di conclusione indagini (qui di seguito gli atti giudiziari).  PDF AVVISO CONCLUSIONE INDAGINI1 AVVISO CONCLUSIONE INDAGINI2
In buona sostanza in piena sindacatura Sodano c’era già un documento della Procura di Catania che attestava la conclusione delle indagini a carico dei due funzionari contabili, ma nessuno – ufficialmente – a quanto pare ne era al corrente. Neppure il sindaco Bonaccorsi. Fino al 17 dicembre scorso era all’oscuro di tutto, e con lui anche la Segretaria e presidente dell’Ufficio Disciplinare del Comune di Giarre, Manno. Cosi, quando è pervenuta al Comune di Giarre la nota riservata della Procura l’amministrazione comunale ha preso atto non solo dell’esistenza di un avviso di garanzia per la vicenda relativa alle presunte delibere taroccate e consegnate all’ispettore del Ministero dell’Economia Francesco Zompi’  ma anche della fissazione dell’udienza preliminare: l’8 aprile prossimo. Alla luce dei fatti, come detto, rimasti sconosciuti all’Amministrazione, il 3 febbraio scorso è stato aperto un nuovo procedimento disciplinare a carico di Lipari. Per l’esattezza due le contestazioni mosse al dirigente: una perché Lipari non ha comunicato al Comune di essere stato destinatario di un avviso di garanzia e l’altra perché trattasi di accuse gravi quali falsità materiale commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici. Il 17 febbraio scorso, Lipari, in risposta alle contestazioni mosse dalla Segretaria Manno ha trasmesso una corposa memoria difensiva, ove, in premessa, “eccepisce il difetto di legittimazione in capo al segretario comunale a svolgere funzioni di presidente dell’Ufficio disciplinare e, a maggior motivo, di responsabile del procedimento, stante la presenza presso il Comune di Giarre di figure dirigenziali. PDF MEMORIA1  MEMORIA2  MEMORIA3  MEMORIA4  MEMORIA5 MEMORIA6  MEMORIA7  MEMORIA8

Nella memoria difensiva di Lipari ci sono poi   una serie di sentenze a supporto della propria posizione difensiva. Riguardo la vicenda giudiziaria, Niente Limiti e GAZZETTINONLINE sono  venuti, poi, in possesso, di altra documentazione inedita. In primis l’esistenza di una nota riservata dell’allora segretario del Comune,Giovanni Tracia trasmessa ai carabinieri di Giarre nella quale si ricostruisce dettagliatamente il modo in cui è stata scoperta l’esistenza di atti deliberativi presuntivamente contraffatti.

PDF LETTERA TRACIA AI CC

Anche questo un documento importante che ci fa molto capire..

Potrebbero interessarti anche