Giarre seduta flop del Consiglio: né approvazioni, né interrogazioni -
Catania
22°

Giarre seduta flop del Consiglio: né approvazioni, né interrogazioni

Giarre seduta flop del Consiglio: né approvazioni, né interrogazioni

A Giarre va tutto bene e il Comune funziona che è una meraviglia. Perlomeno così dovrebbe essere visto che ieri sera il Consiglio comunale, riunito con l’ordine del giorno l’attività ispettiva, non ha visto presentata neanche una interrogazione da parte dei consiglieri comunali.

Forse non ci sono a Giarre interventi da sollecitare? Oppure i consiglieri sono ormai così rassegnati, pure loro, che neanche provano a presentare un’interrogazione? Fatto sta che, oltre all’assenza di attività ispettiva, anche gli altri tre punti all’ordine del giorno sono stati rinviati: la conferenza dei capigruppo si era espressa favorevolmente per la convocazione del Consiglio, ritenendo che alcuni punti fossero pronti per essere portati in aula ma così poi non è stato.

Un Consiglio alla fine improduttivo: né atti approvati, né interrogazioni. Il consigliere Santo Primavera ha sottolineato che “deve esserci qualcosa che non va dato che è la seconda seduta consecutiva in cui il Consiglio non produce alcunché e che tutto ciò è vergognoso”.

Secondo Raffaele Musumeci, invece, in vista della delicata seduta di giovedì mattina (quando dovranno essere approvati vari bilanci comunali) “è comprensibile che non si vogliano sollevare questioni che potrebbero appesantire l’atmosfera”. Tutto legittimo. Visto il disinteresse generale fuori luogo anche chiedere ai consiglieri comunali di rinunciare al gettone di presenza per tutte le sedute in cui non solo non hanno approvato atti ma non hanno neanche discusso dei problemi della città e di come affrontarli.

Potrebbero interessarti anche