Giarre, microdiscarica a centro di carreggiata. L'ultima frontiera dello sporcaccione -
Catania
24°

Giarre, microdiscarica a centro di carreggiata. L’ultima frontiera dello sporcaccione

Giarre, microdiscarica a centro di carreggiata. L’ultima frontiera dello sporcaccione

L’ultima frontiera dell’inciviltà è rappresentata dalla discarica di rifiuti al centro della carreggiata. Il fatto è avvenuto venerdì pomeriggio nella zona di Via Trieste e pare sia stato un autocarro, e precisamente un carroattrezzi, ad abbandonare i rifiuti in mezzo alla strada. In tanti ancora non si sono “rassegnati” alla raccolta differenziata e numerosi cumuli sono sparsi per le strade.

L’immondezzaio di via Trieste è  stato ripulito tempestivamente e dal nuovo calendario di raccolta differenziata non si torna più indietro: l’indifferenziato si continuerà a raccogliere una sola volta la settimana. In qualche Comune vicino viene raccolto già solo una volta ogni 15 giorni.

A nulla servirà bruciare i rifiuti: chi appicca il fuoco ne respirerà i fumi e li fará respirare ai propri vicini. Inutile lamentarsi. Inutile anche chiedere articoli per lamentarsi del Comune che non rimuove i cumuli di rifiuti non differenziati.

Semmai vanno chiesti maggiori controlli. Ma gli stessi cittadini possono segnalare a chi di competenza gli incivili. Le microdiscariche dimostrano che tipo di persone abitano in un quartiere, così come i rifiuti separati e ordinati nei contenitori.

Insomma, “dimmi come conferisci i rifiuti e ti dirò chi sei”. Chi ha scaricato tutti quei rifiuti in via Trieste sa di essere quello che è. La novità è che l’autore del vile gesto verrà a breve rintracciato grazie ad alcune immagini e sanzionato con il rischio concreto di vedersi il mezzo sequestrato.

Potrebbero interessarti anche