Russo Calcio, il primato è davvero meritato! -
Catania
11°

Russo Calcio, il primato è davvero meritato!

Russo Calcio, il primato è davvero meritato!

I Categoria girone F: Russo Calcio – Casalvecchio 1-0

Marcatore: 24’ Cartellone.

RUSSO CALCIO: Cisterna, Pappalardo P. (21’st Proietto), Messina D. Papa, Salemi, Bonomo, Mangano, Caltabiano (21’st Rasà), Sciuto G., Cartellone (20’st Varrica), Catania M. All. Seminara.

CASALVECCHIO: Ferraro C., Nipo, Ferraro L., Bondì, Smiroldo, Maino C.F., Bongiorno, Garufi, Miano G., Cicala, De Clò. All. Moschella.

Arbitro: Lastrina (Siracusa).

TORRE ARCHIRAFI. Dieci punti frutto di 3 vittorie (contro Leo Soccer, Akron Savoca e Casalvecchio) ed un pareggio (nel derby con il Riposto) con 9 reti fatte (3 da Maurizio Catania, capocannoniere del girone assieme a Rosignoli del Villaggio Sant’Agata) e solo 2 subite. È questo il biglietto da visita che, per la 5 giornata di campionato, i ragazzi della Russo Calcio presenteranno prima del big match di domenica 24 ottobre prossimo al Comunale “Arturo Mastroeni” di Sant’Alessio (secondo a 7 punti ma con la partita contro il Furci dell’ultimo turno, rinviata per maltempo, da recuperare). Certo, da qui alla fine del campionato il cammino è lunghissimo e imprevedibile ma, un risultato positivo, contribuirebbe da subito ad indicare le gerarchie per la vittoria finale.

I ragazzi di mister Seminara, nonostante il turno infrasettimanale disputato per recuperare la gara interna contro l’Akron Savoca della terza giornata (interrotta per impraticabilità di campo al 21’ del secondo tempo), nell’ultimo turno, sono andati oltre gli ostacoli del momento, quali stanchezza ed assenze, regolando per 1-0 il Casalvecchio, sul terreno amico del “Luigi Averna”, al termine di una gara accorta e senza troppi rischi. Merito, soprattutto, dell’impegno degli undici scesi in campo che, già nei primi minuti, hanno fatto capire in quale direzione si stava indirizzando la gara: tra il 7’ e il 13’ Cartellone (colpo di testa ravvicinato su cross dalla sinistra di Mangano) e Sciuto (tiro in porta direttamente da calcio d’angolo dalla sinistra e Ferraro compie un miracolo tirando fuori la palla da sotto la traversa) fanno le prove generali per il vantaggio. Vantaggio che arriva al 24’, con una combinazione sulla fascia sinistra tra Pappalardo e  Salemi, cross dalla fascia e palla che, scavalcato Bondì, arriva a Cartellone, abile ad aggirare il diretto marcatore e piazzare il diagonale sul palo opposto (foto sopra).

La gara, per tutto il primo tempo, si mantiene sugli stessi binari: Russo Calcio che controlla, puntando a creare gli spazi per il raddoppio (sfiorato al 40’ da Caltabiano con un colpo di testa di poco alto) e Casalvecchio che cerca di difendere con ordine, riuscendo solo al 45’ a rendersi pericoloso: punizione dalla distanza battuta da Garufi ma la palla, pur scavalcando la barriera con un pericoloso effetto, viene bloccata facilmente da Cisterna.

Nella ripresa la musica non cambia, con la differenza che la Russo Calcio bada a dosare bene le proprie forze, soprattutto per evitare di perdere uomini importanti in vista della delicata trasferta del turno successivo, pur producendo ulteriori occasioni con Caltabiano (1’st, botta ravvicinata dalla destra in piena area, dopo aver ricevuto un passaggio corto da Catania, palla che si infrange sull’esterno della rete), Mangano (36’, cross dalla sinistra di Papa e palla sporcata da Ferraro in uscita, che impedisce al giocatore ripostese di chiudere a rete) e Proietto (45’, punizione dal limite, tocco corto di Mangano per Varrica, palla che buca la barriera e viene respinta corta da Ferraro, arriva il giovane laterale ripostese ma la sua conclusione si impenna oltre la traversa). Nel mezzo, al 3’, l’unico break degno di nota della formazione ospite, con Bondì che, a centro area, ricevuta palla dalla sinistra, si coordinare per saltare in dribbling Mangano ma la sua conclusione viene respinta da Papa davanti alla porta di Cisterna (foto sotto).

Al triplice fischio, abbracci ed esultanza ma, da subito, il pensiero vola veloce all’importante trasferta del turno successivo a Sant’Alessio, dove la Russo Calcio arriverà con la fascia di capolista da difendere e legittimare.

Corrado Petralia

Potrebbero interessarti anche