Riposto, area portuale nel degrado. Mancano i controlli e le manutenzioni ordinarie -
Catania
32°

Riposto, area portuale nel degrado. Mancano i controlli e le manutenzioni ordinarie

Riposto, area portuale nel degrado. Mancano i controlli e le manutenzioni ordinarie

L’ingresso del porto commerciale di Riposto ridotto a discarica. Odori nauseabondi e rifiuti lasciati lungo la scalinata che conduce sul lungoporto. Una indecenza insopportabile sulla quale non si riesce a trovare soluzione.

Le sporadiche iniziative del Circomare non sembrano sortire gli effetti sperati. Mancano bidoni e controlli severi. Eppure la sede della Guardia costiera è a pochi metri e si continua a tollerare lo scempio che offende il decoro di una cittadina a vocazione turistica ma che invece fa i conti con il degrado imperante.

Accanto all’ingresso del porto c’è poi quel corridoio che conduce verso la muraglia cementizia a protezione dell’area portuale ridotta a i minimi termini. Una visione orripilante: la gramigna che ha raggiunto il mezzo metro di altezza, rifiuti e cenere vulcanica in abbondanza. L’area – sprovvista di impianto di video sorveglianza – particolarmente esposta ai pericoli, è facilmente accessibile e fruita in larga parte da pescatori. Non di rado si sono verificati anche incidenti.

Per sbrogliare la matassa delle competenze bisogna votarsi a qualche Santo. Alla fine conta il risultato: stato di abbandono ed erbacce che con le roventi temperature estive rischiano di generare pericolosi incendi. Per il momento tutto tace. La stagione estiva è appena iniziata. In spiaggia già ieri la solita bolgia infernale. Poche regole e controlli con il contagocce. Insomma, il solito, demoralizzante copione.

Potrebbero interessarti anche