Zafferana, inaugurata la mostra del pitto-scultore Matteo Russo -
Catania
19°

Zafferana, inaugurata la mostra del pitto-scultore Matteo Russo

Zafferana, inaugurata la mostra del pitto-scultore Matteo Russo

Sabato 19 settembre scorso nella sede dell’associazione artistico-culturale “Giuseppe Sciuti” si è tenuta  l’inaugurazione della mostra del pitto-scultore Matteo Russo e che rimarrà aperta fino al 27 settembre.  Una personale dove l’autore, nato a Santa Venerina nel 1956  dove vive ed opera, ha trasportato l’arte nella vita e la vita nell’arte con uno stile unico e personale ha sprigionato tante emozioni di gioia e, a volte, anche  la percezione della sofferenza, presentando ai tanti  visitatori amanti del talento artistico la sua esposizione abbigliata con l’abito più bello che Matteo le ha fatto indossare.

In una sala affollata, alla presenza di tanti visitatori, la mostra ha raccontato l’evoluzione artistica dell’autore alla  presenza del sindaco di Zafferana Etnea Salvatore Russo affiancato dal presidente dell’“associazione  Giuseppe Sciuti”, Corrado Iozia, e dal pittore Benedetto Strano,  e ancora tanti pittori soci dell’associazione e diverse personalità del mondo artistico e culturale. E’ stato elogiato il percorso di crescita  di Matteo, uno appassionato dell’arte, presentandolo come un artista abbastanza rinomato non solo  in ambito nazionale, ma anche con qualche puntata all’estero e ricordando anche il periodo trascorso in Australia ove ha prodotto pittura ad olio, a spatola e sculture in terra cotta.

L’autore basa la concezione della sua pittura sul disegno lineare attenzionando  le  armonie  cromatiche e affianca ai dipinti le sculture e gli sbalzi su rame, sue creature elette. Spesso il soggetto del dipinto sprigiona uno stile inconfondibile  che raffigura il primo piano della figura umana  stilizzata, impreziosita  da colori brillanti e  vivaci. La profonda ricerca artistica  riesce ad armonizzare  in modo eccellente la combinazione di linee  e curve  con una  consonanza  di  colori  in una combinazione simultanea.

La mostra ha valorizzato il frutto di un  percorso individuale di crescita dell’autore nel mondo dell’arte come strumento  di espressione di una grande sensibilità. Russo  è pitto-scultore, artistica  poliedrico, rinomata è la sua  scultura  a basso e alto rilievo, e scultura a tuttotondo con la realizzazione di opere modellate  con la pienezza del volume, la creatività diventa mezzo per esprimere  le sue idee  e trasmettere emozioni facendo rivivere  punti di incontro tra passato  e presente, usando diverse tecniche  svariate e  miste. Ha lavorato  cesellando il rame, e nell’ ambito della manipolazione dell’argilla e del legno ha  realizzato veri capolavori.

Oggi noi conosciamo ancora Matteo anche come scenografo,  si è cimentato  anche nel curare e realizzare diversi apparati scenici  e apprezzando una delle sue migliori opere nel 2000 ha  curato la scenografia della mostra d’ arte sacra “In propria Venit” presso la chiesa di San Domenico di Acireale.

Anna Fichera

Potrebbero interessarti anche