Catania: un'indagine di Roberto La Paglia sui poteri occulti degli "Illuminati" -
Catania
18°

Catania: un’indagine di Roberto La Paglia sui poteri occulti degli “Illuminati”

Catania: un’indagine di Roberto La Paglia sui poteri occulti degli  “Illuminati”

L’intellettuale e scrittore etneo ha incentrato la sua ultima pubblicazione sul cosiddetto “Nuovo Ordine Mondiale”, attraverso il quale gli Stati del pianeta verrebbero controllati e dominati sulla base degli interessi finanziari. Un’intrigante storia iniziata oltre due secoli fa e che avrebbe condizionato le scelte politiche ed economiche delle varie Nazioni, giungendo addirittura a fomentare lo scoppio di conflitti bellici

Si sente spesso parlare di “Nuovo Ordine Mondiale” (N.W.O.), ossia del sistema che sarebbe stato messo a punto da persone di una certa influenza per poter dominare il pianeta Terra. Coloro che perseguono questo disegno vengono chiamati ” Illuminati”, sui quali è incentrata la più recente pubblicazione del prolifico scrittore ed intellettuale catanese Roberto La Paglia (nella foto principale con accanto il simbolo degli “Illuminati”).

“Sulle tracce degli Illuminati – Realtà e mito del Nuovo Ordine Mondiale” è il titolo del volume, edito per i tipi di “CdL – Cerchio della Luna”, con cui La Paglia, da sempre attento alle tematiche misteriose, offre al lettore un’approfondita ricerca sul delicato argomento, sforzandosi di separare i sensazionalismi da quella che potrebbe costituire un’effettiva realtà.

Un ritratto del fondatore degli “Illuminati” Adam Weishaupt

Come spiega l’autore, «l’espressione “Nuovo Ordine Mondiale” viene addebitata al presidente americano Gerald Ford, che la pronunciò in un suo discorso del 1975. Ma la storia che io racconto in questo libro inizia molto tempo prima, ovvero il 6 febbraio del 1748, data di nascita di Adam Weishaupt, brillante filosofo e giurista tedesco che fu scelto dal banchiere Mayer Amschel Rothschild per fondare una sorta di società massonica dalla struttura organizzativa molto simile a quella dei Gesuiti, fortemente indirizzata verso il Liberalismo e con connotazioni esoteriche. La famiglia Rothschild, in pratica, aveva capito quanto fosse importante, se non addirittura fondamentale, controllare innanzi tutto il denaro per poi poter controllare tutto il resto».

Leggendo i vari capitoli di “Sulle tracce degli Illuminati” ci si può quindi rendere conto di come diversi e significativi accadimenti degli ultimi due secoli della storia dell’umanità (nascita di Banche Centrali, scelte politiche ed economiche e persino conflitti bellici) siano proprio stati determinati dalla particolare visione rothschildiana che sta alla base dell’organizzazione degli Illuminati. Non a caso, come riferisce Roberto La Paglia in questa sua nuova opera, tra il 1815 ed il 1816 il presidente americano Thomas Jefferson scriveva profeticamente in alcune sue lettere che “…il dominio degli istituti bancari sulla mente dei cittadini deve essere spezzato, oppure ci distruggerà tutti”, “…se il popolo americano consentirà alle banche di controllare l’emissione della moneta, presto i nostri cittadini si ritroveranno senza le case che i loro padri hanno faticosamente costruito” e “…credo che le istituzioni bancarie siano per il nostro paese più pericolose degli eserciti”. Dalle pagine di “Sulle tracce degli Illuminati” si apprende addirittura che “qualcuno” si è prodigato affinché scoppiassero delle guerre in maniera tale da costringere i Governi interessati a chiedere dei prestiti per finanziare le operazioni belliche.

Un ritratto del banchiere ispiratore degli “Illuminati” Mayer Amschel Rothschild

L’indagine di La Paglia costituisce pertanto un’ulteriore conferma dell’esistenza di “poteri forti” che stanno “dietro le quinte” della politica per determinarne il corso fino a sostituirsi, di fatto, ad essa.

E parlando di “Nuovo Ordine Mondiale” ed “Illuminati” è stato inevitabile per il ricercatore catanese dedicare alcuni capitoli del suo nuovo libro ad “inquietanti” organizzazioni internazionali quali le “Sette Sorelle”, la “Commissione Trilaterale” ed il “Gruppo Bilderberg” (di cui tanto si discute da alcuni anni a questa parte), tutte corporazioni alle quali apparterrebbero influenti personaggi (banchieri, politici, intellettuali, ecc.) in grado di incidere, in nome del cosiddetto “Dio Denaro”, sulle sorti dell’umanità.

Siamo quindi in presenza di uno scritto che non poteva certo mancare nella ricca produzione “misterica” di Roberto La Paglia, stimato intellettuale etneo che in questi anni ha dato alle stampe numerose pubblicazioni incentrate su tematiche particolarmente “intriganti” quali lo Spiritismo, l’Esoterismo, la Chiromanzia, la Stregoneria e l’Ufologia. Della sua competenza in tali ambiti si sono avvalsi e continuano ad avvalersi autorevoli testate giornalistiche di settore, portali online e canali YouTube quali “Dna Magazine”, “Area 51”, “X Times”, “Area di Confine”, “Hera”, “Mystero”, “I Misteri di Hera”, “L’Iniziazione”, “Secreta”, “Lux Terra”, “Eclissia”, “WikiNews”, “Seven Network”, “Signs Magazine”, “Tabulae” e “Misteri Channel Show”.

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche