“L’estate sta finendo” cantavano i Righeira e a Fondachello niente è cambiato -
Catania
17°

“L’estate sta finendo” cantavano i Righeira e a Fondachello niente è cambiato

“L’estate sta finendo” cantavano i Righeira e a Fondachello niente è cambiato

Ci ha scritto ancora una volta il nostro affezionato ed attento lettore che all’inizio dell’estate, quando l’amministrazione mascalese ha provveduto a montare le passerelle a mare per disabili e mamme con i passeggini, aveva segnalato che le stesse erano troppo corte e per questo con fatica era costretto a spingere la carrozzina della moglie disabile per farle godere del mare e della spiaggia, come è suo diritto.

Le passerelle si arrestano troppo distanti dalla costa e dopo numerose rassicurazioni da parte del Comune e dal primo cittadino Luigi Messina in persona che avrebbero provveduto ad allungarle, nulla è cambiato.

“Avevo sperato che questa volta veramente avrebbero risolto il problema delle discese a mare ma purtroppo, come voi stessi avete avuto modo di constatare, così non è stato – ci scrive il nostro lettore, residente a Fondachello – forse hanno trovato il negozio chiuso, o forse non sono bastati i soldi o forse per qualche altro misterioso motivo, le passerelle non si sono allungate di un millimetro.

“Io – scrive il nostro lettore – faccio una fatica bestia a trascinare mia moglie sulla sabbia sotto il sole per permetterle di godere, come tutti, di un po’ di refrigerio, ma forse – scrive con rammarico – ai disabili non è concesso neanche questo”.

“A Fondachello ormai da mesi – prosegue il residente – mancano le docce pubbliche, i bagni, cestini per la strada, che l’amministrazione nei mesi scorsi aveva assicurato che sarebbero stati realizzati. Lungo via Spiaggia, infine il servizio di spazzamento non viene eseguito da settimane. Provo solo vergogna a vivere in questo scempio”.

Potrebbero interessarti anche