Francavilla di Sicilia: un'estate "in mostra" per il pittore Roberto Fradale -
Catania
15°

Francavilla di Sicilia: un’estate “in mostra” per il pittore Roberto Fradale

Francavilla di Sicilia: un’estate “in mostra” per il pittore Roberto Fradale

L’artista figurativo del Comune dell’Alcantara sta partecipando con una sua tela all’edizione 2019 della  prestigiosa “Biennale di Venezia” curata dal noto critico Giorgio Grasso presso l’esclusiva location di Palazzo Zenobio. Contemporaneamente sta esponendo anche a Benevento ed in provincia di Treviso e, nei prossimi mesi, le sue opere astratte potranno essere ammirate pure in Abruzzo e nel Palermitano

L’estate 2019 si preannuncia un’importante “vetrina” per Roberto Fradale, pittore di Francavilla di Sicilia con all’attivo importanti affermazioni e mostre in prestigiose location italiane ed internazionali.

Per l’artista figurativo del Comune dell’Alcantara la “bella stagione” è comunque già iniziata con la sua partecipazione alla mostra “Lo stato dell’arte ai tempi della 58^ Biennale di Venezia”, in corso in queste settimane nel capoluogo veneto negli esclusivi saloni di Palazzo Zenobio. A curare tale collettiva è il noto critico e storico dell’arte Giorgio Gregorio Grasso, il quale ha invitato Fradale ad esporre la sua tela “Terra, Aria e Fuoco”.

Il nome del pittore francavillese è stato anche citato dal Prof. Grasso nel discorso ufficiale di presentazione dell’evento. «In questa sede prestigiosa ed ambitissima che è Palazzo Zenobio – ha dichiarato tra l’altro il curatore della mostra – abbiamo invitato personalità di grande valore ad esporre le loro opere in maniera del tutto gratuita. Non richiedendo alcuna quota di partecipazione, siamo stati assolutamente liberi di scegliere artisti effettivamente meritevoli, come il siciliano Roberto Fradale, vincitore della passata edizione della Biennale. Auguro a lui ed a tutti gli altri artisti partecipanti di vendere le loro opere, auspicabilmente a persone che non le custodiscano gelosamente nelle rispettive residenze private perché, come nel caso di Fradale, si tratta di lavori degni di essere visti ed apprezzati da quanta più gente possibile, che è proprio l’opportunità che diamo noi con le nostre mostre gratuite nelle principali città italiane ed europee».

Oltre che alla Biennale di Venezia, in questo periodo le opere di Roberto Fradale sono in mostra anche in altri due eventi espositivi che si stanno tenendo alla Rocca dei Rettori di Benevento ed a San Zenone degli Ezzelini (Treviso). Quest’ultima esposizione, incentrata sulla tematica degli abusi sui minori, a luglio farà tappa anche in Sicilia nel Comune di Castelbuono (Palermo).

Nei prossimi mesi estivi Fradale e le sue tele sono attesi pure nella località abruzzese di Alba Adriatica, dove confluiranno gli ottantadue artisti internazionali del Movimento “Neutral-Ism”, di cui il pittore di Francavilla di Sicilia fa parte.

Roberto Fradale ha avviato il proprio percorso artistico oltre vent’anni fa con il genere figurativo per poi approdare all’informale ed all’astrattismo. I colori da lui impiegati, l’impulso delle pennellate e l’emotività interiore consentono alla sua arte, benché “astratta”, di procurare emozioni anche ad una mente cosiddetta “razionale”. Apprezzabili pure i suoi dipinti figurativi degli esordi, alcuni dei quali scelti come “arredi” per eleganti ritrovi e strutture ricettive di Taormina e dintorni. Recentemente le opere astratte di Fradale hanno riscosso successo a Città del Messico, a New York e nell’esclusiva location romana della Galleria di Via Margutta. Due suoi dipinti sono inoltre entrati a far parte del catalogo ufficiale della prestigiosa collezione “Cavallini-Sgarbi”, comprendente oltre cento opere raccolte nell’arco di mezzo secolo dal celebre critico d’arte Vittorio Sgarbi e dalla sua famiglia.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO PRINCIPALE: da sinistra l’opera di Roberto Fradale attualmente esposta alla Biennale di Venezia ed, accanto, l’artista francavillese con il critico d’arte Giorgio Grasso

Potrebbero interessarti anche