Alcantara: efficienza energetica per Giardini Naxos, Graniti e Santa Domenica Vittoria -
Catania
31°

Alcantara: efficienza energetica per Giardini Naxos, Graniti e Santa Domenica Vittoria

Alcantara: efficienza energetica per Giardini Naxos, Graniti e Santa Domenica Vittoria

I tre Comuni del versante messinese della Valle sono rientrati nel bando regionale che finanzia interventi per rendere ecocompatibili gli edifici pubblici e ridurre le emissioni di anidride carbonica. I rispettivi progetti dovranno adesso essere valutati dal punto di vista tecnico-finanziario

Tre Comuni del versante messinese della Valle dell’Alcantara sono rientrati nella fase di valutazione tecnico-finanziaria dei rispettivi progetti finalizzati a ridurre i consumi energetici e le emissioni nocive di anidride carbonica negli edifici pubblici e ad incrementare l’uso di fonti di energia rinnovabile.

Si tratta di Giardini Naxos, Graniti e Santa Domenica Vittoria, cui l’Assessorato all’Energia della Regione Siciliana (nella foto i suoi uffici di Palermo) ha dato l’opportunità, così come ad altri Comuni dell’isola, di beneficiare di due bandi già pubblicati lo scorso anno, ma che di recente sono stati rifinanziati tramite fondi Po-Fesr, consentendo così di aggiungere ulteriori progettualità a quelle ammesse originariamente.

Pertanto, una volta superata la fase di valutazione cui prima si accennava, il Comune di Giardini Naxos potrà avere complessivamente a disposizione un milione e 73mila euro per effettuare i lavori di efficientamento energetico e risanamento edilizio della scuola primaria del quartiere Schisò e della scuola media di contrada Mastrociccio, il Comune di Graniti 480mila euro per l’efficientamento energetico del palazzo municipale, ed il Comune di Santa Domenica Vittoria 544mila euro per la manutenzione straordinaria e l’adeguamento di un edificio comunale da adibire a museo.

Non tutto comunque è perduto per i Comuni (tra cui Malvagna e Motta Camastra) non ammessi a finanziamento per carenze documentali o errori nella presentazione delle istanze, che potranno proporre ricorso contro il relativo decreto regionale.

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche