Riposto, in aula consiliare prima tappa per la Città dei Bambini -
Catania
24°

Riposto, in aula consiliare prima tappa per la Città dei Bambini

Riposto, in aula consiliare prima tappa per la Città dei Bambini

Nell’aula consiliare del Municipio di Riposto, una delegazione di studenti frequentanti le classi quarte della scuola primaria dell’istituto comprensivo “G. Verga” di Riposto, ha incontrato stamane il sindaco Enzo Caragliano e la giunta, per discutere del Progetto “Riposto, la città dei bambini” proposto dal Masci. Presenti all’incontro anche il presidente del Consiglio comunale, Rosario Cerra, il segretario generale Sebastiano Marano e diversi consiglieri comunali.
L’incontro finalizzato all’approvazione, prevista per il prossimo anno scolastico, del baby sindaco, giunta e consiglio comunale, è stata anche l’occasione di un interessante confronto tra i rappresentanti delle istituzioni comunali e i piccoli studenti. Questi ultimi hanno rimarcato le esigenze della città soffermandosi su alcuni precisi temi: il decoro urbano, la sicurezza, l’igiene pubblica, l’illuminazione pubblica, le condizioni del manto stradale.
“E’ stato un incontro entusiasmante che ci ha consentito di confrontarci con le nuove promesse del futuro – afferma il sindaco Enzo Caragliano- piccoli studenti che apprezzo per la loro spontaneità e che rispecchiano le esigenze di una società moderna. Che chiedono il rispetto dell’ambiente, una migliore viabilità con nuovi spazi per la sosta, una raccolta differenziata che possa portare ai cittadini concreti benefici, migliorando, nel contempo, l’ambiente, e ancora: decoro urbano e maggiori servizi riservati alla collettività. Risposte certamente adeguate al tempo che viviamo. Bambini che hanno dimostrato un alto senso civico e che pertanto meritano tutta la nostra attenzione”.

L’assessore alla Pubblica Istruzione Carlo Copani soggiunge: “Riteniamo sia fondamentale puntare sui bambini per fare arrivare agli adulti un messaggio concreto ovvero quello civico e su come l’ente può amministrare al meglio una città. Quello di oggi è stato un incontro propedeutico per lanciare il progetto la città dei bambini che si espleterà attraverso la formazione del consiglio comunale dei bambini e del baby sindaco, nell’intento di dare un messaggio preciso: incentivare la politica dell’ascolto e quindi costruire una città aperta a tutti, ai bambini, ai diversamente abili, agli anziani e alle donne. Iniziamo dai bambini per formulare un progetto ambizioso che li rende protagonisti”.

Potrebbero interessarti anche