Una metropolitana leggera tra Giardini Naxos e Taormina: l'ok di Marco Falcone -
Catania
19°

Una metropolitana leggera tra Giardini Naxos e Taormina: l’ok di Marco Falcone

Una metropolitana leggera tra Giardini Naxos e Taormina: l’ok di Marco Falcone

L’assessore regionale alle Infrastrutture, in visita privata dal politico e sindacalista Giuseppe Russo, si è dichiarato favorevole alla conversione a fini turistici del tracciato ferroviario che verrà soppresso con l’imminente potenziamento della tratta Giampilieri-Fiumefreddo. Ed ha preannunciato anche altre opportunità per i territori interessati

«Il progetto della società “R.F.I.” (Rete Ferroviaria Italiana) per potenziare la tratta Giampilieri-Fiumefreddo potrebbe portare alla riqualificazione a scopi turistici del percorso preesistente». Ad affermarlo è stato nei giorni scorsi a Giardini Naxos l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone durante un suo amichevole “blitz” negli uffici del noto politico e sindacalista Giuseppe Russo, che attualmente riveste la carica di presidente dell’associazione culturale “Tradizione, Ambiente e Turismo”, particolarmente attenta alle questioni di respiro comprensoriale.

«Il percorso della nuova ferrovia – ha dichiarato Falcone – si snoderà per lunghi tratti in galleria. Una volta dismesso, dunque, il vecchio tracciato potrebbe essere destinato ad una metropolitana leggera, che consentirebbe ai turisti di attraversare un segmento particolarmente suggestivo di territorio, qual è quello compreso tra la frazione taorminese di Trappitello e l’artistica stazione ferroviaria in stile Liberty di contrada Villagonia, che in passato è stata più volte scelta come set cinematografico da illustri registi quali Roberto Benigni e Francis Ford Coppola.

La stazione ferroviaria di contrada Villagonia

«Il raddoppio ferroviario voluto dalla Rfi prevede delle opere compensative per i territori interessati, finanziabili attraverso il ribasso d’asta dell’opera principale, che dovrebbe andare in appalto quanto prima (probabilmente entro un anno). Tra queste opere compensative potrebbe benissimo rientrare la metropolitana leggera, che per questo territorio rappresenterebbe un’importantissima risorsa.

«Occorre comunque una seria programmazione territoriale affinché non ci si trovi impreparati ad intercettare queste opportunità».

Giuseppe Russo, dal canto suo, ha aggiunto che «la realizzazione di una strada al posto del tracciato ferroviario dismesso consentirebbe a Giardini Naxos di potersi finalmente dotare della tanto agognata circonvallazione, che darebbe respiro al centro urbano, spesso teatro di ingorghi e disagi vari dovuti all’intenso traffico veicolare».

Quanto prima, probabilmente, l’assessore regionale Falcone incontrerà i sindaci dei Comuni interessati per programmare insieme a loro le opere e gli interventi che sarà possibile realizzare in concomitanza con il potenziamento della locale rete ferroviaria.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO PRINCIPALE: da sinistra l’assessore regionale Marco Falcone e Giuseppe Russo

Potrebbero interessarti anche