Giarre e strisce blu, Confcommercio chiede al sindaco di prendere posizione -
Catania
14°

Giarre e strisce blu, Confcommercio chiede al sindaco di prendere posizione

Giarre e strisce blu, Confcommercio chiede al sindaco di prendere posizione

Al via la petizione on-line per una migliore gestione delle strisce blu. Anche una raccolta firme cartacea per supportare l’azione di sensibilizzazione contro le disfunzioni del servizio

Approda sulle autostrade virtuali della comunicazione, la battaglia per una migliore e più funzionale gestione delle strisce blu a Giarre. Confcommercio Giarre, infatti, sta lanciando una petizione on-line utilizzando Avaaz.org, una società non governativa che promuove attivismo su diversi problematiche locali e mondiali. La petizione, secondo quanto previsto dall’art. 75 dello Statuto comunale, è indirizzata al Sindaco. Il punto centrale di questa iniziativa di sensibilizzazione riguarda la revisione del sistema di gestione delle strisce blu a Giarre ed ha l’obiettivo di mobilitare e di invitare ad una reale presa di coscienza la cittadinanza e l’istituzione pubblica. L’azione si è resa necessaria come conseguenza del recente provvedimento adottato dalla società concessionaria dei parcheggi che ha incrementato l’ammontare della tariffa minima a 80 centesimi per la sosta nelle aree a pagamento. La richiesta al Sindaco include, inoltre, anche una serie di problematiche la cui risoluzione potrebbe migliorare ed incentivare la fruibilità delle strisce blu. Risoluzione che, come chiesto al Primo cittadino, passa attraverso: la riduzione del 50% della tariffa minima prevista per l’emissione del ticket nei parcometri; la riduzione del carico di strisce blu che gravitano sul centro storico, con adeguata rimodulazione degli stalli nel territorio comunale; l’introduzione del concetto di tolleranza per l’utente che deve apporre il tagliando; abbonamenti a prezzo agevolato per i residenti e per gli esercenti attività commerciali o professionali.

Ma l’associazione del commercianti punta a raggiungere un vasto numero di concittadini anche puntando alla tradizionale raccolta delle firme cartacea, affiancata a quella avviata on-line. A tal proposito, il presidente della Confcommercio, Armando Castorina ha dichiarato: “Quello della petizione è il primo strumento che attuiamo per trovare ascolto rispetto ad una serie di richieste. Chiedere esclusivamente di diminuire la tariffa oraria sarebbe stato riduttivo anche perché, da un’attenta analisi della situazione, siamo consapevoli che sussistono altre problematiche, già richieste nel passato e che, se risolte, potranno agevolare il commercio e gli utenti ma anche la Giarre Parcheggi. A queste iniziative ne seguiranno altre. Abbiamo chiesto la partecipazione delle associazioni e tanti soggetti diversamente aggregati e sono certo che raccoglieremo presto la loro disponibilità anche perché il tema è da sempre molto sentito. A fronte di una precedente richiesta, Confcommercio chiederà nuovamente, nei prossimi giorni, un altro incontro alla Giarre Parcheggi”.

 

Potrebbero interessarti anche