Acireale, tre giorni per il merito -
Catania
29°

Acireale, tre giorni per il merito

Acireale, tre giorni per il merito

Grande successo per la I edizione del Concorso Musicale “Giovani Talenti 2014”, organizzato dalla Fidapa e che ha messo in luce tantissimi ragazzi molto promettenti

Si è conclusa venerdì 9 maggio scorso, nella gremitissima Sala “C. Cosentini” dell’Accademia Zelantea di Acireale, messa gentilmente a disposizione dal presidente, dott. Giuseppe Contarino, la tre giorni del 1° Concorso Musicale “Giovani Talenti 2014”, che tanto successo ha riscosso e per numero di iscritti che di pubblico presente, riservato agli alunni delle scuole del comprensorio acese (le prove eliminatorie si sono svolte nel salone della parrocchia S. Paolo, concesso benevolmente da Mons. Sebastiano Raciti). Il Concorso è stato organizzato dalla Fidapa di Acireale, guidata dall’infaticabile Presidente M° Vera Pulvirenti.

L’incontro è stato aperto dal dott. Contarino che, dopo il saluto inaugurale, ha avuto parole di apprezzamento per il significato educativo della manifestazione. Successivamente, la presidente Vera Pulvirenti ha precisato che il Concorso è stato bandito con lo scopo di valorizzare quegli studenti, in grado di seguire contemporaneamente – con profitto e con ottimi risultati – sia un corso ordinario di studi sia lo studio di uno strumento musicale. La Fidapa, pertanto, ha voluto conoscere e valorizzare quei ragazzi che impiegano e suddividono il proprio tempo “libero”, dedicandolo ad un percorso formativo e di crescita spirituale e culturale. Ragazzi che non perdono il loro tempo, dopo lo studio scolastico, nei crocicchi delle strade o delle piazze, ma che ricambiano i sacrifici dei genitori, applicandosi giornalmente con passione e dedizione, e anche con costanza ed assiduità, perché così richiede l’apprendimento di un qualsiasi strumento musicale, con uno studio fatto con serio impegno.

La commissione giudicatrice, formata dai maestri Vincenzo Paratore (1° Trombone del Teatro Massimo Bellini di Catania), Giuseppe Romeo (Direttore d’orchestra), Mario Scirè (Chitarrista), Vera Gentile e Gabriella Currenti (pianiste), Sara Scuderi (docente di musica), Samantha Fidanza (violinista) e Vera Pulvirenti (pianista e Presidente della giuria), ha avuto un bel da fare, in quanto i candidati erano tutti di alto livello e, quindi, la scelta è stata più articolata e spesso sofferta. Erano presenti numerose autorità, appartenenti ai clubs service cittadini: per la sez. Fidapa Catania-Riviera dei Ciclopi la presidente Prof. Isabella Frescura e la past avv. Rosalba Murgo (che, il prossimo 23 maggio, saranno impegnate nel medesimo concorso riservato solo agli studenti delle scuole di Catania); per il Serra club, il governatore dott. Cherubino Fiorini; per il Kiwanis, il past governatore ing. Filippo Lizzio; per la scuola “Brunelleschi”, la Dirigente scolastica prof.ssa Maria Elena Grassi.

Hanno vinto il primo premio assoluto (voto 100/100): Giulia Strano, violoncellista del 1° anno del liceo linguistico “Regina Elena”; Federica Maria Arcifa, pianista del 2° anno del liceo classico “Gulli e Pennisi”; Evangelina Morani e Giada Marchica del 3° anno scuola media ad Indirizzo Musicale “G. Galilei” e la piccola Irene Stuto, 1° anno sempre della “G. Galilei”, vincitrice della borsa di studio della Fidapa. Gli altri primi premi con votazione inferiore a 98, sono stati: Mariapia Pennisi della “G. Galilei”, la piccola arpista Venera Rapisarda della “Giovanni XIII”, Matteo Currò della “P. Vasta”, Salvatore Pennisi dell’istituto magistrale “Regina Elena”, Valentina Battaglia e Samuele Russo della “E. Patti”, Giuseppe Russo del liceo scientifico, il quintetto per pianoforte e fiati della “Galileo Ferraris”. Inoltre, sono stati segnalati: il duo 4 mani Giulia Astuti e Laura Maugeri della “E. Patti”, ed il pianista Alexander Toscano del liceo artistico “F. Brunelleschi”.

Tutti i partecipanti hanno ricevuto l’attestato e dei gadget donati dagli sponsor: “Flora Cafè” e “Ayurveda” erboristeria. Alla giuria sono state donate delle piantine di rose offerte dalla ditta “Faro” e delle pubblicazioni donate dall’Accademia Zelantea.

V.P.

Potrebbero interessarti anche