Il meglio dell’arte moderna alla “GGNAM” di Giardini Naxos -
Catania
20°

Il meglio dell’arte moderna alla “GGNAM” di Giardini Naxos

Il meglio dell’arte moderna alla “GGNAM” di Giardini Naxos

La nuova Galleria, allestita dall’associazione culturale “Bruno Caruso”, verrà inaugurata domani pomeriggio, 9 marzo, nei locali di Via S. Venera

Nella prima colonia greca di Sicilia verrà inaugurata domani, domenica 9 marzo alle ore 17.30, una struttura artistico-culturale che non ha eguali nel comprensorio taorminese ed anche oltre: la “Galleria di Giardini Naxos d’Arte Moderna”, denominata “G.G.N.A.M.” in forma abbreviata, quasi come la più famosa “G.N.A.M.” (Galleria Nazionale d’Arte Moderna) di Roma.

L’ambiziosa iniziativa si deve all’associazione “Bruno Caruso”, fondata e guidata dal presidente Francesco Santisi, un apprezzato maître d’hotel il quale, poco più che ventenne, ha iniziato ad avvertire il fascino dell’arte pittorica contemporanea al punto da divenirne profondo conoscitore ed entrare personalmente in contatto con le sue firme più quotate a livello mondiale.

Da domani, dunque, la sede dell’associazione “Caruso”, in Via S. Venera n. 15, ospiterà questa esposizione permanente nei tre ambienti di cui si compone il grande piano terra, che si estende su circa centocinquanta metri quadri.

«Il nostro sodalizio – spiega il presidente Santisi – gestisce a vario titolo oltre cinquecento opere d’arte (alcune di proprietà privata dei soci, altre ricevute in dono ed altre ancora in prestito), delle quali una cinquantina saranno in mostra in questa esposizione inaugurale cui, a cadenza bimestrale, ne seguiranno altre, sia collettive che personali. Si tratta di un “regalo” che ci siamo voluti fare per celebrare degnamente il decennale dell’associazione intitolata al poliedrico pittore ed intellettuale palermitano di fama internazionale Bruno Caruso, che mi onora della sua amicizia. Almeno nei nostri territori, la nuova “GGNAM” di Giardini Naxos costituisce un “unicum”, sia per il valore delle opere esposte e sia perché sarà visitabile ad ingresso libero».

E per l’esordio di domani, Santisi ed i suoi associati mostreranno al pubblico i capolavori originali di autentici “giganti” dell’Astrattismo, della Pop Art, del Futurismo e di altri generi ancora di arte moderna e contemporanea, come Ajmone, Barrucchello, Botero, Bressai’, Bueno, D’Anna, Della Torre, De Pisis, Echaurren, Gilardi, Isgrò, Marasco, Marchegiani, Matta, Pace, Reggiani, Simeti, Sironi, Soldati, Sollewitt, Veronesi, ecc..

Chi sarà presente al taglio del nastro di domani pomeriggio potrà, inoltre, partecipare al sorteggio che mette in palio due pregevoli tele dei maestri Giacomo Porzano ed Attilio Melo.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: Francesco Santisi con due quadri di Pablo Echaurren

Potrebbero interessarti anche