Criminalità area ionica: nuovo giro di vite -
Catania
16°

Criminalità area ionica: nuovo giro di vite

Criminalità area ionica: nuovo giro di vite

I Carabinieri della Compagnia di Giarre hanno effettuato un nuovo servizio coordinato conseguendo una serie di importanti  risultati: Arrestato in flagranza un 58enne di Giarre per furto di energia elettrica, poiché si accertava, con l’ausilio dei tecnici dell’Enel, che alimentava la sua attività commerciale mediante l’allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica. L’arrestato è stato posto ai domiciliari in attesa del rito per direttissima. Le manette sono scattate anche per un 42enne di Fiumefreddo di Sicilia, poiché sorpreso all’interno dell’azienda agricola “Casa Civi” di Mascali ad asportare delle  valvole in ottone utilizzate per l’irrigazione dei campi. La refurtiva, del valore di 1000 euro circa,  è stata  riconsegnata al proprietario mentre l’arrestato è stato posto ai domiciliari.

Denunciata una persona, in collaborazione della locale Guardia Costiera, per omesse indicazioni di legge su prodotti ittici esposti al pubblico; nella fattispecie si è proceduto al sequestro di 50 kg. di prodotti ittici elevando  sanzioni per 3.000 euro a carico del titolare dell’esercizio commerciale.

Denunciate quattro persone per violazione della custodia giudiziale; nella fattispecie i quattro sono stati sorpresi alla guida di veicoli già sottoposti a sequestro amministrativo.

Denunciate due persone con la collaborazione del NAS di Catania e dei veterinari dell’Azienda Sanitaria Provinciale, poiché avevano allestito delle stalle per il ricovero di equini  in violazione delle norme igienico sanitarie vigenti;   nella circostanza  sono stati sequestrati sette equini ed elevate sanzioni per complessivi 16.000 euro.

 

Potrebbero interessarti anche