Confederex, portatrice di valori -
Catania
11°

Confederex, portatrice di valori

Confederex, portatrice di valori

Anche ad Acireale ricordato il 60° anniversario dalla fondazione dell’Associazione degli ex alunne/i delle scuole cattoliche

 

La Sezione acese della Diocesi di Acireale della Confederex Italiana, la confederazione italiana degli ex alunne/i delle scuole cattoliche, ha ricordato, sabato 14 dicembre scorso, la ricorrenza del 60° anniversario dalla fondazione dell’Associazione in occasione dello scambio degli auguri del Santo Natale. L’Associazione, infatti, è stata fondata a Roma nel dicembre del 1953, su iniziativa di alcuni responsabili delle federazioni nazionali di ex alunne/i della scuola cattolica, con primo presidente Paolo Napoli, ex alunno dei Fratelli delle Scuole Cristiane. Nella Regione Siciliana, a partire dall’anno 1982, è stato costituito il Consiglio Regionale e, in atto, il ruolo di presidente è svolto dal catanese dott. ing. Mario Di Stefano.

La cerimonia dello scambio degli auguri è stata organizzata presso il Salone dell’Oratorio di Acireale dei Padri Filippini, dalla segretaria della Confederex della Diocesi di Acireale, Signora Rosaria Patanè.

Questa sera – ha introdotto la Patané –, oltre ad ascoltare delle belle poesie natalizie e brani musicali, ricordiamo il 60° anniversario della Confederex e per ricordare l’avvenimento a conclusione della serata sarà consegnata a tutti noi una pergamena che riporta la storia dell’Associazione dalla sua nascita”. Inoltre, la signora Patané, nella sua relazione introduttiva, ha ricordato il lavoro per costituire, nel 1990, in diocesi, la Sezione dell’Associazione e “riflettendo sul cammino – ha aggiunto – percorso dalla Confederex ci accorgiamo che tutti noi ex alunni della scuola cattolica ci dobbiamo sentire portatori di valori che, ricevuti nell’età della formazione, si sono trasformati in pilastri essenziali su cui ognuno ha costruito la propria vita. Questo tesoro, però, ci chiama a rispondere alla costante richiesta di giustizia, solidarietà e amore verso Dio. Tutto ciò per noi comporta un prendere coscienza del ruolo di laici all’interno delle nostre famiglie ecclesiali, testimoni credibili del carisma ricevuto”.

Tra gli intervenuti il prof. Claudio Andreoli (secondo da destra nella foto), Professore emerito della Università di Padova, attuale presidente nazionale della Confederex Italiana. Il presidente regionale Di Stefano ha ripercorso le tappe fondanti della nascita del Consiglio regionale della Sicilia ed ha ricordato le principali finalità: collaborazione a sostegno delle Congregazioni Educanti; sostegno alla scuola cattolica ed ai valori da essa sostenuta; promozione della cultura cattolica. Al prof. Rosario Musmeci, presidente dell’Associazione ex alunne/i dell’Istituto S. Michele di Acireale, è toccato il compito di coordinare i vari momenti del recital “Quando la Poesia diventa Preghiera”, e di una ampia esecuzione di musiche al pianoforte da parte del giovane acese Davide Marano. Inoltre, il prof. Musmeci si è soffermato sui vari autori delle liriche declamate, tra cui mons. Pio Vittorio Vigo, Alda Merini, Davide Maria Turoldo, Tonino Bello, evidenziando in poche battute la speranza espressa dagli autori nei propri versi per un Bambino nato a Betlemme per noi.

Camillo De Martino

Potrebbero interessarti anche