Catania
25°

Vendere l’auto: qual è il momento migliore per farlo?

Vendere l’auto: qual è il momento migliore per farlo?

Il 2017 è stato, senza dubbio, l’anno della rinascita del mercato delle auto dopo anni di difficoltà dovute alla crisi economica. Il motore del comparto auto è stato il mercato dell’usato: le transazioni sono aumentate del 4,1% rispetto agli anni precedenti. Per ogni 100 vetture nuove ne sono state vendute, in media, 153 usate secondo alcuni dati. Un successo figlio dell’evoluzione tecnologica che ha dato agli utenti nuove possibilità per vendere la propria auto usata in breve tempo.

Questo dipende da diversi fattori che pesano, per forza di cose, sulla valutazione della propria vettura. Per definire quale prezzo sia il più competitivo per proporre la propria vettura usata ci si può affidare alla rete e ad un sistema di analisi dei big data in grado di raccogliere informazioni sull’usato disponibile e sviluppare stime su prezzi, tempi di vendita e su quali variabili sono strategiche per fare un affare. Inoltre, una mano nella stima può darla chi il mercato lo conosce anche molto bene come soluzioneauto.it che si occupa di acquistare auto proprio dai privati. In linea di massima le auto si vendono più velocemente quando hanno un chilometraggio basso. Nei primi 18 mesi dopo l’acquisto è meglio non vendere la propria auto perchè è il momento in cui si svaluta più velocemente. Successivamente a quel periodo l’auto continua a perdere valore, ma più lentamente, a una media del 10% all’anno.

Alcuni studi dimostrano che nei primi mesi l’oscillazione dei valori è più elevata e in un anno circa il prezzo delle vetture si riduce di molto. Allo stesso tempo, però, una macchina immatricolata nello stesso anno in cui viene rivenduta passa di mano in circa la metà del tempo di una molto più datata.

Il prezzo, poi, è la variabile che scompagina i tempi di vendita. Se il venditore è disposto a ricavarne meno della reale valutazione allora riuscirà a piazzarla in meno di un mese. Se invece vorrà rientrare nella spesa iniziale dovrà pazientare in media almeno 80 giorni. Se dopo un po’ di tempo nessun compratore si fa avanti, il buon senso suggerisce di abbassare il prezzo, adeguandosi alla curva discendenza della svalutazione. L’analisi dei big data rileva anche quale sia il prezzo medio di vendita e in genere non è quello che applica la maggior parte dei venditori, ma è più alto.

Il prezzo, poi, varia anche a livello territoriale. Un’auto può essere venduta a un prezzo più alto in Lombardia rispetto a Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna.

Secondo i dati del ministero dei Trasporti, le auto più vendute in Italia negli ultimi anni sono: Fiat Panda, Lancia Ypsilon, Fiat 500L, Fiat 500, Ford Fiesta, Renault Clio, Fiat 500 X, Volkswagen Polo, Fiat Punto e Jeep Renegade. Per l’Aci il prezzo medio di un’auto usata è di 12.835 euro. Circa la metà ha subito un incidente ma la riparazione non è stata eseguita alla perfezione. Il 20% è più usurato del normale per via dei chilometri percorsi. Nel 15% dei casi la manutenzione non rispetta le regole. Il 10% ha alle spalle numerosi passaggi di proprietà e la provenienza è dubbia. Infine il 5% è rappresentato da automobili modificate, “truccate” o in condizioni pessime.

Potrebbero interessarti anche