Mascali, il Commissario straordinario approva 5 importanti provvedimenti -
Catania
34°

Mascali, il Commissario straordinario approva 5 importanti provvedimenti

Mascali, il Commissario straordinario approva 5 importanti provvedimenti

Il Commissario straordinario del Comune di Mascali, il professore Carlo Pecoraro (nella foto), che sostituisce il Consiglio comunale, decaduto lo scorso 10 aprile, coadiuvato dall’esperto e collega dottore Vincenzo Raitano, ha approvato, venerdì mattina, in poco tempo, ben cinque importanti provvedimenti e, tra questi, il bilancio consolidato dell’esercizio 2021 che come afferma il dott. Raitano “consente all’Ente la capacità di spesa futura in quando mette nella condizione di approvare il riaccertamento, che è già in fase avanzata da parte della Giunta, l’approvazione del conto consuntivo che verrà approvato dal prof. Pecoraro e per ultimo il bilancio d’esercizio 2024, grazie al quale il Comune uscirà dalla gestione provvisoria”.

Il secondo provvedimento è relativo all’approvazione dello schema tipo di una convenzione per la realizzazione di un’opera pubblica da parte di soggetti privati. “Abbiamo approvato uno schema di convenzione – ha detto Raitaino – che vale per tutte le realizzazioni che qualsiasi privato, a proprio carico, voglia fare all’interno del territorio comunale”.

Il terzo provvedimento attenziona i servizi per la prima infanzia, relativamente alla proposta di modifica del regolamento disciplinante il servizio del micronido. “A seguito di un finanziamento ottenuto dal Comune – spiega ancora Raitano – abbiamo dovuto modificare alcune date per potere svolgere la modulistica di presentazione di domanda potere fruire del micronido”.

Il Commissario Pecoraro ha poi approvato l’aggiornamento del Piano economico finanziario biennale, il cosiddetto PEF, per il biennio 2024-2025 in conformità alla deliberazione Arera.

L’ultimo provvedimento riguarda l’approvazione delle tariffe della Tassa sui Rifiuti per l’anno 2024 che non variano di molto rispetto all’anno precedente, contemplando solo delle minime modifiche. La rata del mese di giugno, già scaduta, non sarà soggetta ad alcun interesse di mora e inoltre gli utenti avranno la possibilità di pagare la tassa rifiuti in quattro rate.

Potrebbero interessarti anche