Festeggiati i 22 anni della fondazione del Serra club Acireale -
Catania

Festeggiati i 22 anni della fondazione del Serra club Acireale

Festeggiati i 22 anni della fondazione del Serra club Acireale

In occasione del ventiduesimo anno dall’emissione della carta costitutiva del Serra club di Acireale, alla presenza del Presidente Nazionale Serra International dott. Giuliano Faralli, il Club di Acireale ha organizzato un incontro, presso il Seminario Vescovile, sabato 3 febbraio scorso, cui hanno preso parte numerosi soci, diversi ospiti ed i seminaristi.

Hanno animato il dibattito il Presidente del Serra Club Acireale Pierluigi Bella, S.E. Mons. Salvatore Gristina promotore del Club, Mons. Giovanni Mammino Rettore del Seminario, Gaetano Cammarata Governatore del Distretto 77, la socia fondatrice Vera Pulvirenti ed il presidente Nazionale Serra International Giuliano Faralli.

“Ho avuto il privilegio di aver promosso il Serra Club Acireale ventidue anni fa – ha detto nel suo intervento Mons. Gristina – dopo aver apprezzato, nella realtà palermitana, quanto il Serra fosse importante nella vita di tante persone per le finalità che si propone: la vicinanza ai sacerdoti e il sostegno al Seminario. Nel momento in cui ho iniziato il mio Ministero ad Acireale ho quindi fortemente voluto anche qui la presenza del Serra Club, trovando una collaborazione cordiale ed entusiastica di molti laici. Ricordo ancora i primi presidenti, il dott. Paolo Nicolosi, l’on. Giuseppe Russo e l’avv. Orazio Esterini. Oggi sono lieto di constatare che questi anni hanno reso il Serra Club di Acireale una associazione apprezzata oltre che localmente, anche a livello regionale e nazionale. Vorrei augurare che questa bella realtà laica, adeguandosi sempre alla contemporaneità e cercando di vivere quelle che sono le caratteristiche del cammino attuale della Chiesa, nel pieno contesto della comunità civile, possa continuare e svolgere sempre le sue finalità così come ha ben fatto in questi anni. Il mio augurio, accompagnato dalla preghiera, é quello che il Serra Club di Acireale cresca e che il suo operato possa essere sempre proficuo”.

Il presidente nazionale Serra International Giuliano Faralli ha rivolto parole di apprezzamento per il lavoro svolto in questi mesi di presidenza del Serra Club di Acireale dall’ing. Pierluigi Bella sottolineando come il Club si stia impegnato con successo nell’affrontare il tema nazionale “Il cambiamento del linguaggio”, l’annuncio, la trasmissione della fede, la vocazione, tema di cogente attualità nel dibattito all’interno della Chiesa. Abbiamo dato ai Club un indirizzo preciso affinché con i propri cappellani e i propri vescovi sviscerassero l’importante elemento dei nuovi linguaggi che ci impegnano a stare a passo con i tempi e che vedono i laici in prima linea nella promozione della fede cattolica.”

La prof.ssa Vera Pulvirenti ha ricordato con commozione i mesi di preparazione alla costituzione del Club; importante la testimonianza di Monsignor Mammino che ha sottolineato come il Club sia stato sempre vicino al seminario sostenendo le vocazioni dei seminaristi. Il presidente Bella ha ringraziato tutti i presenti rivolgendo parole di elogio ai soci fondatori presenti in sala presentandoli uno ad uno al presidente nazionale. Allo stesso modo ha ritenuto importante presentare i cinque nuovi soci entrati nel corso dell’anno sociale che rappresentano la continuità che si vuole dare al Club.

Alla fine del dibattito ha avuto luogo la cerimonia di introduzione di ulteriori due nuovi soci proposti dall’ing. Pierluigi Bella. Il club si è arricchito di due figure di alto livello professionale e di grande impegno civile e cattolico: si tratta dell’avv. Giuseppe Longo e della prof.ssa Pina Puglisi. La serata si è conclusa con una piacevole conviviale a cui hanno preso parte tutti i presenti.

Potrebbero interessarti anche