Giarre, ripartono le scuole cittadine. Corsa contro il tempo per le manutenzioni -
Catania
11°

Giarre, ripartono le scuole cittadine. Corsa contro il tempo per le manutenzioni

Giarre, ripartono le scuole cittadine. Corsa contro il tempo per le manutenzioni

Alla vigilia della ripartenza scaglionata delle attività didattiche (già da oggi venerdì alcune scuole, tra cui il liceo Scientifico Leonardo, apriranno agli studenti delle prime) è corsa contro il tempo per il completamento di alcuni interventi di manutenzione in diversi plessi di pertinenza del Comune.

L’assessore alla Pubblica Istruzione, Antonella Santonoceto afferma che, “d’intesa con il Servizio manutenzioni dell’Ente, sono in corso le operazioni di scerbamento nei plessi della scuola Primaria di Carrubba, i cui spazi esterni sono invasi dalla gramigna. Analoghi interventi interessano l’area perimetrale della scuola media Montalcini, sul lato che si affaccia su via Di Pino.

“Anche in questo caso – rimarca l’assessore Santonoceto – le operazioni  interessano gli spazi esterni, compresi quelli a ridosso degli ingressi. Nella media di via san Matteo a Trepunti, invece sono stati programmati alcuni interventi manutentivi volti all’adeguamento della struttura scolastica per l’accoglimento di alunni con disabilità fisica e non solo. Nella medesima sede scolastica è in previsione anche la realizzazione, al piano zero della scuola, di un nuovo servizio igienico”.

Sul fronte viabilità, l’assessore Santonoceto che detiene anche la delega dell’Arredo urbano, anticipa che, in uno degli assi viari maggiormente trafficati – compresi i numerosi bus del trasporto collettivo – che collega San Giovanni Montebello con S. Alfio, sono stati ripristinati alcuni specchi parabolici laddove è necessario assicurare maggiore sicurezza, specie in prossimità di pericolose intersezioni. Rimane tutta da definire, invece, la gestione della vigilanza esterna delle scuole negli orari di ingresso e uscita. L’assessore Santonoceto, precisa che “quanto prima sarà possibile utilizzare alcune unità lavorative “Puc” che godono del Reddito di Cittadinanza”.

Il trasporto scolastico con i bus urbani di 5 distinte società di autolinee, invece, dovrà fare nuovamente i conti con gli effetti di un piano viario inadeguato e di una rete stradale sottodimensionata rispetto all’elevata estensione del territorio e ai suoi caratteri insediativi. Sullo sfondo terminal bus approntati alla meno peggio a ridosso di incroci ad alta densità veicolare, e la precarietà del manto stradale dei principali assi viari, molti dei quali a ridosso delle sedi scolastiche (corso Europa, viale Libertà, via Veneto).

Potrebbero interessarti anche