Mascali: approvate, non senza polemiche, le nuove tariffe della Tari -
Catania
24°

Mascali: approvate, non senza polemiche, le nuove tariffe della Tari

Mascali: approvate, non senza polemiche, le nuove tariffe della Tari

“Abbiamo dovuto adeguare le tariffe agli aumenti che ci sono stati a livello regionale a causa dell’aumento da 120 euro a 280 euro a tonnellata per il conferimento dell’indifferenziata e l’aumento dei costi di raccolta riportando la tariffa Tari per le famiglie ai valori del 2019 e per le imprese commerciali a una percentuale poco sopra a quella del 2019”, con queste parole il sindaco di Mascali Luigi Messina commenta l’approvazione delle tariffe Tari per l’anno 2022, ottenuta in Consiglio grazie ai voti favorevoli dei consiglieri comunali a sostegno del sindaco Messina e con il voto contrario dei consiglieri del gruppo “Progetto Sicilia” e “Amore per Mascali”.

Per il consigliere capogruppo di “Progetto Sicilia” Rosario Tropea l’approvazione delle tariffe Tari rappresenta “un aumento a carico delle utenze domestiche di oltre il 10%, ma il vero salasso – spiega Tropea – spetterà alle attività commerciali con una media di aumenti che va oltre il 30%. Le famiglie e le attività commerciali si ritroveranno quindi un sostanzioso aumento delle tariffe nonostante l’amministrazione sostenga di aver portato la differenziata oltre il 60%, e soprattutto se si pensa che in strada continuano a vedersi microdiscariche, rifiuti abbandonati ad ogni angolo, frutto sicuramente dell’inciviltà di chi non ha nessun rispetto per il proprio territorio ma – secondo i consiglieri di opposizione del gruppo Progetto Sicilia – le colpe vanno anche ricercate nella cattiva gestione dei servizi. Non si possono spendere ad esempio quasi 300 mila euro per il servizio di spazzamento e lavaggio delle strade e continuare ad avere strade invase da rifiuti di ogni genere. Non possiamo pagare il servizio di scerbamento ed avere le strade invase dalle erbacce”.

“L’Aumento della Tari, voluto dall’Amministrazione Messina – afferma ancora Tropea – comporterà un aumento sostanzioso sia per le utenze domestiche ma soprattutto per le attività commerciali. Per queste ultime il Governo Regionale aveva già previsto delle agevolazioni straordinarie. Tutto però è rimasto inspiegabilmente fermo. Solo dopo il mio intervento in Consiglio comunale, l’Amministrazione si è attivata per la pubblicazione del bando che prevede un ristoro per tutte quelle attività che a causa della pandemia hanno subito un calo del proprio fatturato di oltre il 30% tra il 2019 e il 2020.Un ritardo inaccettabile da parte dell’Amministrazione, considerato che il regolamento che disciplina tali ristori a valere sugli anni 2020/2021, è stato approvato con delibera del Consiglio comunale a dicembre del 2021. Così come è inaccettabile che l’Amministrazione Comunale si sia limitata a pubblicare l’avviso sul sito istituzionale e non abbia provveduto ad informare la cittadinanza con manifesti pubblici, dando peraltro un termine perentorio per la presentazione delle istanze al 10/09/2022. Gli interessati avranno quindi pochi giorni per predisporre la documentazione necessaria. Invito pertanto tutti gli operatori commerciali del nostro Comune a prendere visione del bando sulla pagina istituzionale del Comune di Mascali. Sarà comunque un mio impegno chiedere all’Amministrazione di prolungare tale termine.”

Potrebbero interessarti anche