Nomina Nucleo di Valutazione, archiviato l'esposto di Articolo 1: "infondato" -
Catania
24°

Nomina Nucleo di Valutazione, archiviato l’esposto di Articolo 1: “infondato”

Nomina Nucleo di Valutazione, archiviato l’esposto di Articolo 1:  “infondato”

L’assessorato regionale agli Enti locali ha recepito l’infondatezza dell’esposto che l’associazione politico culturale “Articolo 1”,  ha presentato nei mesi scorsi, ravvisando “profili di illegittimità” oltre ad “una pluralità di vizi riguardo la nomina dei componenti del Nucleo di Valutazione.  Il funzionario direttivo del dipartimento regionale Autonomie locali, Giuseppe Petralia, in una nota trasmessa al sindaco Leo Cantarella, ha preso atto dei chiarimenti forniti dall’amministrazione  secondo cui “la nomina del nucleo di valutazione è avvenuta con le modalità e secondo le prerogative al medesimo assegnate dal regolamento comunale.

Mentre l’art.2 prevede che il nucleo di valutazione è nominato fiduciariamente dal sindaco, non sussistendo cause di incompatibilità o inconferibilità paventate, in quanto espressamente dichiarato dai singoli componenti dell’organismo”. L’amministrazione, rispondendo alle richieste di chiarimenti della Regione, ha precisato, poi, che “a seguito dell’adozione della determinazione sindacale, si è proceduto alla pubblicazione dei curriculum vitae che delle dichiarazioni di insussistenza di cause di incompatibilità”.

Il dipartimento regionale degli Enti locali “nel prendere atto dei chiarimenti forniti dal segretario generale e dal sindaco, nell’ambito della riconosciuta autonomia e organizzativa degli enti locali, ha osservato che “il procedimento amministrativo avviato dalla Regione, viene concluso, con la conseguente archiviazione del relativo fascicolo”.  Il sindaco Leo Cantarella ha espresso, ancora una volta, soddisfazione, tuttavia dicendosi “rammaricato per il clima di veleni che è stato innescato su alcuni atti adottati dall’amministrazione che – precisa il sindaco – sono stati redatti nel rispetto delle normative vigenti, al netto dell’inadeguatezza di taluni censori”.

Potrebbero interessarti anche