Giarre, vertice in municipio sull'emergenza Covid -
Catania
12°

Giarre, vertice in municipio sull’emergenza Covid

Giarre, vertice in municipio sull’emergenza Covid

Vertice in municipio per fare il punto sull’emergenza Covid a Giarre sulla scorta dell’esponenziale crescita dei positivi. Una riunione fortemente voluta dal primo cittadino giarrese, cui hanno preso parte il commissario per l’emergenza Covid, Pino Liberti, i dirigenti dei tre Istituti Comprensivi e delle scuole superiori della città.

Presente, tra gli altri, anche il comandante della locale compagnia dei carabinieri, cap.Fabrizio Rosati. Il commissario Liberti che si è mostrato disponibile al confronto, soffermandosi sulla nuova crescita di contagi, sostenendo che, “in questa fase non è utile dare i numeri della pandemia, poiché creano solo disorientamento e preoccupazione. Appare invece più opportuno rendere noti i numeri degli ospedalizzati che – ha rimarcato il commissario Liberti – sono estremamente diversi e molto più tranquillizzanti dei numeri complessivi.

Se è vero che la scuola ha saputo fronteggiare l’onda dei contagi, non si può sottovalutare l’abbassamento dell’età nei reparti covid: 17 sono i ragazzi ricoverati in pediatria, un numero in crescita rispetto alle precedenti fasi della pandemia. In totale oggi sono 214 i ricoveri in terapia ordinaria, 33 in intensiva. “I numeri della malattia – ha commentato il commissario Liberti – sono più confortanti di quelli del contagio. La discriminante è il vaccino”.

L’assessore alla Pubblica Istruzione, Antonella Santonoceto ha voluto ringraziare i dirigenti scolastici per la straordinaria partecipazione: dall’incontro è emerso una grande preoccupazione ma anche una intensa voglia di sconfiggere il virus”.  A consuntivo della riunione il sindaco di Giarre Leo Cantarella e gli assessori della Giunta, Giusi Savoca e Antonella Santonoceto, nella loro professione primaria di medici, contribuiranno – come volontari – a diffondere la vaccinazione negli istituti scolastici cittadini, effettuando  le somministrazioni agli studenti.

Potrebbero interessarti anche