Russo Calcio… fine d’anno di solidarietà! -
Catania
12°

Russo Calcio… fine d’anno di solidarietà!

Russo Calcio… fine d’anno di solidarietà!

Sarà all’insegna della solidarietà e della sportività l’ultima giornata del girone di andata del campionato di I Categoria per la Russo Calcio. Oltre che laurearsi campione d’inverno, vantando un vantaggio di 6 punti sulla inseguitrice Polisportiva Sant’Alessio e con una partita da recuperare (quella con la Real Sud Nino Di Blasi), la formazione allenata da Mister Seminara, domenica 19 dicembre prossimo, alle ore 1430 al “luigi Averna” di Torre Archirafi, sarà la protagonista, assieme al Calcio Santa Venerina, di un importante iniziative di solidarietà.

Ad illustrarci lo svolgimento dell’iniziativa è il presidente della Russo Calcio, Pietro Romano: «In occasione della gara del campionato di Prima Categoria, fra Russo Sebastiano Calcio e Calcio Santa Venerina, prevista per le ore 14:30 di domenica prossima, verrà organizzata una raccolta fondi in favore dell’Associazione Comunità “Papa Giovanni XXXIII”. Invitiamo tutti i tifosi delle due squadre e chi assisterà alla partita a contribuire per aiutare le famiglie più bisognose. Le due società insieme ai tifosi hanno concordato di organizzare questa iniziativa, perché spinte da un comune obiettivo che va al di là dell’evento sportivo. Proprio per sugellare questo obiettivo comune, ci sarà un gemellaggio fra le due tifoserie, in segno di stima e rispetto reciproco. La stessa iniziativa verrà organizzata anche in occasione della gara di ritorno».

Un momento di solidarietà e di sportività insieme per una società, la Russo Calcio, che non è nuova ad iniziative benefiche. Ricordiamo, ad esempio, quella organizzata a favore dei piccoli ricoverati all’Ospedale di Taormina quando, una rappresentanza della squadra distribuì giocattoli e doni tra i reparti. Come non è nuova ad esempi di sportività e correttezza nei confronti degli avversari, sia in campo che a livello di tifoseria. La speranza che le tribune del “Luigi Averna” possano riempirsi al massimo della capienza, sia per dare maggior valore pratico all’iniziativa, sia per salutare con i meritati applausi i ragazzi di mister Seminare che, gara dopo gara, stanno regalando, a loro stessi ed a tutti gli sportivi, un sogno sportivo che, sempre per scaramanzia, ancora non si vuole nominare. Anche se, con l’aria della vetta, sognare in grande non è vietato…

Corrado Petralia

Potrebbero interessarti anche