Eccellenza – Promozione – Prima/Seconda/Terza categoria: i verdetti -
Catania
23°

Eccellenza – Promozione – Prima/Seconda/Terza categoria: i verdetti

Eccellenza – Promozione – Prima/Seconda/Terza categoria: i verdetti

Con le sospensioni dei campionati dilettantistici a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 il calcio si è fermato ma la programmazione della prossima stagione è andata avanti. La LND siciliana ha deciso riguardo alle promozioni e retrocessioni d’ufficio basate sulle classifiche delle giornate disputate fino all’8 marzo. Tutte le prime classificate dei campionati di Eccellenza sono promosse al campionato superiore. Per quanto riguarda le retrocessioni scendono soltanto le ultime classificate. Dalla Promozione in giù promosse le prime, nessuna retrocessione.

Facciamo un quadro esplicativo.

Nel girone B di Eccellenza festeggia il Paternò di mister Gaetano Catalano che riporta così i colori rossoblu nel calcio dilettantistico nazionale per la trentesima volta nella storia. Si salva l’Atletico Catania che, nonostante ultimo, rimane in Eccellenza in virtù del 15esimo posto occupato in classifica e ringraziando il ritiro di dicembre del Milazzo.

Esultanza santantonese nel girone C di Promozione con l’Aci Sant’Antonio agli ordini di Alfio Torrisi che vola in Eccellenza. Salvezza per la matricola Villaggio Sant’Agata.

Nel girone E di Prima categoria è il Calcio Belpasso allenato da Andrea Stella ad ottenere la Promozione; salvo il Leo Soccer.

Nel girone F il Mazzarrone di Samuele Costanzo va per la prima volta nella sua storia in Promozione.

Nel girone D di Seconda categoria è il New Randazzo a compiere il salto con la salvezza della Giovanile Mascali invece nel girone A della Terza categoria catanese è la Virtus Etna ad ottenere il pass anche se potrebbe recriminare il Castiglione rimasto a -2 dalla capolista ma con una gara in meno rispetto ai neroverdi. Diatriba nel girone B catanese dove permangono a pari punti in classifica Gravina e Vaccarizzo; la classifica dice Gravina mentre l’algoritmo Vaccarizzo. Alla LND l’ultima parola.

Alessandro Famà

Potrebbero interessarti anche