Top Employer, ING Italia conquista ancora una volta l'ambita certificazione -
Catania
27°

Top Employer, ING Italia conquista ancora una volta l’ambita certificazione

Top Employer, ING Italia conquista ancora una volta l’ambita certificazione

ING Italia ancora in vetta nella classifica delle aziende migliori in fatto di gestione delle risorse umane. A sancirlo è il conferimento, per il settimo anno consecutivo, dell’ambita certificazione Top Employer Italia che dichiara la bontà delle iniziative del Gruppo atte a rendere l’ambiente di lavoro interno positivo oltre che produttivo, dando valore ai dipendenti in quanto persone e non soltanto numeri.

Quest’anno, però, ING ha bissato ottenendo il medesimo riconoscimento anche a livello europeo con il Top Employer Europa, un’ulteriore conferma di un progetto che va avanti e che continua a dare i suoi frutti, ponendo l’azienda olandese come un modello virtuoso da imitare.

Essere sereni a lavoro, un posto dove si trascorre gran parte della propria giornata, è fondamentale. E seguendo gli studi che confermano che un dipendente felice è più produttivo, ING realizza costantemente delle iniziative ludiche, formative e professionali dedicate completamente ai dipendenti. Fra queste spiccano le giornate Recharge@ING, all’interno delle quali si tengono seminari e interventi dedicati al benessere fisico e psicofisico dei lavoratori.

Nella passata giornata Recharge@ING, ad esempio, vi è stato un interessante incontro tenuto dalla LILT Milano, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, che ha parlato di alimentazione e prevenzione a 360 gradi. Accanto a questo si è tenuto anche un intervento della biologa nutrizionista Martina Donegani dal titolo “Energia nel piatto: nutrire al meglio il corpo e la mente”, per capire meglio cosa mangiare in ufficio per rendere al meglio.

Molto interessanti sono stati altresì gli interventi legati alla postura adatta da tenere alla scrivania, tenuti dalla massoterapista e osteopata Sara Compagni, così come il seminario “Più energici e produttivi sul lavoro” a cura di Filippo Ongaro, high performance expert, che ha spiegato come concentrarsi al meglio a lavoro per essere sempre più produttivi.

C’è stato ampio spazio anche per le sessioni di yoga, di mindfulness e di office massage a cura della start up Call Me Spa. Queste particolari sedute di benessere sono previste come plus aziendale che si ripete a cadenza durante l’arco dell’anno, dimostrando ancora una volta l’importanza che ING pone nei confronti dei propri dipendenti.

Non solo. Così come si legge nella sezione news di ING, nell’ottica di considerare i propri lavoratori come individui singoli e da valorizzare, vengono proposti corsi di formazione e di avanzamento carrieristico a qualunque livello aziendale ci si trovi, così da consentire a chiunque di progredire, oltre che di migliorarsi.

Grande attenzione è altresì posta nei confronti dell’inclusione aziendale in ING, dove la diversità diventa un valore da sostenere e amplificare. Dal 2016, infatti, ogni anno e per un’intera settimana si assiste alla Diversity&Inclusion Week, sette giorni all’interno dei quali i dipendenti affrontano i temi della diversità e dell’inclusione come volano per migliorare l’interazione e garantire un ambiente di lavoro positivo e rilassato e, dunque, sempre più produttivo.

Potrebbero interessarti anche

x

Coronavirus in Lombardia già da gennaio

Giro del mondo - Jaipur (India) / di Franco Zuccalà
Giro del Mondo - Il Rajasthan / di Franco Zuccalà
Giro del Mondo - L'India dai mille volti / di Franco Zuccala'
Giro del mondo - Petra e Atacama di Franco Zuccalà