Mascali, gli operatori ecologici chiedono l'intervento in surroga del Comune per il pagamento degli stipendi -
Catania
11°

Mascali, gli operatori ecologici chiedono l’intervento in surroga del Comune per il pagamento degli stipendi

Mascali, gli operatori ecologici chiedono l’intervento in surroga del Comune per il pagamento degli stipendi

In una nota, inviata oggi al Comune di Mascali, ai responsabili del servizio nettezza urbana e alla ditta New System SRL, che gestisce il servizio di raccolta Rsu a Mascali, il segretario regionale Fast Confsal Giuseppe Cottone mette ancora una volta in evidenza la situazione di disagio che sono costretti a subire gli operatori ecologici: “Riscontriamo che ormai da diversi mesi – scrive Cottone – i lavoratori impiegati non hanno più la certezza sulla data dei pagamenti degli stipendi. Ad oggi dopo avere ricevuto un acconto dello stipendio sono ancora in attesa del saldo della mensilità di febbraio 2020, con la maturanda mensilità di marzo alle porte”.

Costretto, senza nessun risultato, a numerosi tentativi di sensibilizzazione rivolti alla New System service SRL, per rivendicare
il pagamento delle spettanze pagate ormai da tempo con notevoli ritardi il sindacato della Fast Confsal chiede l’applicazione del Codice dei contratti pubblici, intervento in surroga ex art. 30 c.6 D.lgs 50/2016 che prevede che “In caso di ritardo nel pagamento delle retribuzioni dovute al personale di cui al comma 5, il responsabile unico del procedimento invita per iscritto il soggetto inadempiente, ed in ogni caso l’affidatario, a provvedervi entro i successivi quindici giorni. Ove non sia stata contestata formalmente e motivatamente la fondatezza della richiesta entro il termine sopra assegnato, la stazione appaltante (ndr il Comune) paga anche in corso d’opera direttamente ai lavoratori le retribuzioni arretrate, detraendo il relativo importo dalle somme
dovute all’affidatario del contratto ovvero dalle somme dovute al subappaltatore inadempiente nel caso in cui sia previsto il pagamento diretto ai sensi dell’articolo 105”.

“Invitiamo l’Ente committente – scrive Cottone – a predisporre con la massima urgenza tutti gli atti propedeutici all’intervento al fine di applicare la su citata normativa visto il mancato pagamento del salario dei lavoratori. Conseguentemente si chiede di predisporre in ogni caso già da subito al pagamento delle mensilità fino ad ora non corrisposte, con l’avvertenza che in assenza di un chiaro e risolutivo intervento della stazione appaltante in indirizzo, senza altro avviso, ci riserviamo ogni azione volta a tutela dei lavoratori”.

Potrebbero interessarti anche