Piedimonte Etneo, 48 dipendenti comunali indagati per truffa aggravata in concorso NOMI VIDEO -
Catania
13°

Piedimonte Etneo, 48 dipendenti comunali indagati per truffa aggravata in concorso NOMI VIDEO

Piedimonte Etneo, 48 dipendenti comunali indagati per truffa aggravata in concorso NOMI VIDEO

Su disposizione della Procura Distrettuale della Repubblica i carabinieri della Stazione di Piedimonte Etneo hanno notificato 48 avvisi di conclusione delle indagini preliminari ad altrettanti indagati, tutti dipendenti del Comune di Piedimonte Etneo. Gli impiegati, alcuni dei quali sono stati già collocati in pensione, sono indagati per il reato di truffa aggravata in concorso per fatti risalenti al periodo dal maggio al luglio 2015.

Nel corso delle certosine indagini svolte dai carabinieri del luogo e coordinate dal magistrato inquirente, sono state attivate delle telecamere, nonché eseguiti dei servizi di osservazione e pedinamento, a seguito dei quali si è potuto acclarare come gli impiegati sistematicamente, dopo aver “timbrato” il proprio badge, si assentavano dal posto di lavoro per dedicarsi alle attività più disparate: fare la spesa, distribuire quotidiani, al curare i propri interessi nelle loro abitazioni private o nelle seconde case di campagna.

Qualcuno addirittura, non soddisfatto di ricevere un salario adeguato per l’attività lavorativa, peraltro “mai svolta”, compensava utilizzando il veicolo di proprietà del Comune per esigenze strettamente legate alla sfera privata. Non mancavano mai i casi nei quali il collega compiacente “strisciava” il badge dell’altro dipendente per farlo risultare sul posto di lavoro quando invece si presentava ad orari di comodo o, addirittura, non si presentava affatto.

Ai fini della comprensione dell’elevata percezione d’impunità da parte degli odierni indagati, i carabinieri evidenziano il fatto che, in talune circostanze siano stati utilizzati anche dei minorenni per la vidimazione dei badges, operazione commessa addirittura, in una precisa occasione, alla presenza di una ispettrice della Polizia municipale. La circostanza, da sé assolutamente disdicevole, assume connotati allo stesso tempo tuttavia “evidenti” se contestualizzata in un gruppo di dipendenti comunali infedeli vincolati, in molti casi, da rapporti di parentela e, quindi, reciprocamente animati da una eccessiva “comprensione” anche di fronte a plateali violazioni di legge.

I NOMI DEGLI INDAGATI

1. ALBA Santina, nata a Piedimonte Etneo il 22.01.1950;
2. ALFONSO Alfia, nata a Piedimonte Etneo il 27.02.1971;
3. AMANTE Giuseppe, nato a Piedimonte Etneo il 10.11.1969;
4. ARDIZZONE Patrizia, nata a Catania il 23.08.1967;
5. BARONE Letizia, nata a Linguaglossa il 23.06.1965;
6. BONACCORSO Rosaria, nata in Australia il 04.12.1967;
7. BRISCHETTO Orazio Agatino, nato a Piedimonte Etneo il 14.12.1960;
8. CARDILLO Rosa, nata a Catania il 30.08.1972;
9. CARTILLONE Maria Carmela, nata a Piedimonte Etneo il 02.01.1952;
10. CARUSO Salvatore, nato a Piedimonte Etneo il 05.10.1958;
11. CASSANITI Alfio Gerardo, nato ad Acireale il 10.12.1968;
12. CASSANITI Angela, nata a Piedimonte Etneo il 03.10.1970;
13. CASSANITI Giuseppe, nato a Piedimonte Etneo il 23.03.1952;
14. CASSANITI Giuseppina, nata a Piedimonte Etneo il 02.07.1952;
15. CAVALLARO Maria Concetta, nata a Piedimonte Etneo il 06.02.1968;
16. COCO Antonino, nato a Giarre il 26.05.1957;
17. CURRENTI Salvatore, nato a Piedimonte Etneo il 21.12.1969;
18. D’AQUILA Salvatrice, nata a Piedimonte Etneo il 25.08.1969;
19. DAIDONE Giuseppa, nata a Mascali il 09.06.1957;
20. DI BENEDETTO Giuseppe, nato a Piedimonte Etneo il 12.02.1963;
21. FILOCAMO Letterio, nato a Piedimonte Etneo il 18.03.1970;
22. FRAGALA’ Giuseppina, nata a Catania il 27.04.1967;
23. FRANCO Tindara, nata a Santa Domenica Vittoria il 14.04.1975;
24. GALVAGNO Maria, nata a Bronte il 08.02.1961;
25. GIOMBANCO Sebastiana, nata a Melbourne il 20.03.1963;
26. GRASSO Annunziata, nata a Piedimonte Etneo il 25.03.1955 (nel frattempo deceduta)
27. GRASSO Francesca, nata a Piedimonte Etneo il 13.09.1957;
28. GUGLIELMINO Angela, nata a Piedimonte Etneo il 02.10.1967;
29. GUIDOTTO Antonina Alfia, nata a Piedimonte Etneo il 10.06.1971;
30. LEOTTA Rita, nata a Sant’Alfio il 07.03.1968;
31. MARCENO’ Giovanni, nato a Catania il 19.04.1962;
32. MUSUMECI Angelo, nato a Catania il 22.01.1961;
33. NUCIFORA Giuseppe, nato a Piedimonte Etneo il 21.05.1959
34. NUCIFORA Gregorio, nato a Piedimonte Etneo il 19.10.1952;
35. NUCIFORA Maria Assunta, nata a Piedimonte Etneo il 15.08.1952;
36. PANEBIANCO Carmela, nata a Piedimonte Etneo il 12.02.1968;
37. PIDOTO Domenica, nata a Piedimonte Etneo il 22.07.1970;
38. POLLICINA Alfia Domenica, nata a Piedimonte Etneo il 02.04.1969;
39. POLLICINA Gerardo, nato a Piedimonte Etneo il 09.03.1955;
40. PUGLISI Maria Teresa, nata a Catania il 17.05.1963;
41. RACITI Clelia Gerarda, nata a Piedimonte Etneo il 29.08.1965;
42. RACITI Orazia, nata a Piedimonte Etneo il 09.12.1954;
43. ROMEO Salvatore, nato a Piedimonte Etneo il 02.12.1971;
44. SGROI Rosaria, nata a Piedimonte Etneo il 20.07.1954;
45. SPATA Gaetana, nata a Giarre il 28.06.1965;
46. SPINELLA Maria Concetta, nata a Piedimonte Etneo il 18.04.1969;
47. VALASTRO Francesco, nato a Linguaglossa il 17.10.1957;
48. ZAPPALA’ Adriana, nata a Catania il 17.02.1953;
49. ZAPPALA’ Giuseppe, nato a Piedimonte Etneo il 14.01.1950.

Gli indagati sono ritenuti responsabili in concorso di: false attestazioni o certificazioni, truffa, interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità, peculato, omessa denuncia da parte del pubblico Ufficiale, reato continuato.

Potrebbero interessarti anche