Controlli a tappeto dei carabinieri nel Giarrese: 3 denunciati. A Riposto nel mirino anche gli ambulanti -
Catania
17°

Controlli a tappeto dei carabinieri nel Giarrese: 3 denunciati. A Riposto nel mirino anche gli ambulanti

Controlli a tappeto dei carabinieri nel Giarrese: 3 denunciati. A Riposto nel mirino anche gli ambulanti

È di 3 persone denunciate a vario titolo il bilancio dell’ennesimo servizio di controllo straordinario del territorio operato dai carabinieri della compagnia di Giarre con il supporto del Reggimento Sicilia.

A Zafferana i militari dell’Arma hanno deferito in stato di libertà un autotrasportatore del luogo per ricettazione. L’uomo è stato trovato in possesso di un mezzo agricolo New Holland risultato rubato a Mascali nel settembre scorso.

A Riposto, invece, è stato denunciato un pregiudicato del luogo per evasione: i militari lo hanno sorpreso fuori dalla propria abitazione violando la misura degli arresti domiciliari. Una donna di nazionalità romena è stata invece denunciata essendosi rifiutata durante un controllo dei carabinieri a sottoporsi ad accertamenti per eventuali alterazioni psicofisiche derivanti dall’uso di sostanze alcoliche.

Nel corso dell’attività operativa sono stati poi segnalati alla Prefettura alcuni giovani di Santa Venerina, Zafferana, Fiumefreddo, Calatabiano, poiché trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti, nella fattispecie marijuana. A consuntivo del servizio coordinato dell’Arma sono state controllate 31 persone, 17 veicoli, eseguite anche 6 perquisizioni ed elevate violazioni al Codice della Strada per complessivi 1700 euro.

Controlli dei carabinieri con il supporto dell’Asp  di Giarre anche per contrastare il fenomeno dell’ambulantato illegale. In piazza Matteotti a Riposto, un ambulante del luogo è stato sanzionato (3 mila euro) per esercizio di commercio su area pubblica senza la prescritta autorizzazione, poiché aveva posto in commercio 50 chili di avocado e mele privi di tracciabilità. La merce è stata sequestrata e poi distrutta, essendo potenzialmente dannosa alla salute pubblica.

Potrebbero interessarti anche