Fiumefreddo: attive da domenica scorsa le strisce blu -
Catania
25°

Fiumefreddo: attive da domenica scorsa le strisce blu

Fiumefreddo: attive da domenica scorsa le strisce blu

Anche quest’anno sul lungomare di Fiumefreddo i turisti ritroveranno le strisce blu attive da domenica scorsa 9 giugno fino al 9 settembre.

“Resta invariata la precedente regola che permette ai residenti o ai possessori di immobili nel comune di Fiumefreddo di Sicilia di godere di apposito pass al fine di essere esentati dal pagamento della sosta – spiega il consigliere di Fiumefreddo Lab Giovanni Spinella -. Restano anche invariate le tre fasce orarie, quella della mattina/pomeriggio e della sera fino alle 2 di notte. L’emissione del pass – dice ancora Spinella – è attribuita sempre al Comando dei Vigili Urbani. In riferimento invece alla gestione del 2018 ed alla denuncia presso la Procura della Repubblica da parte dei consiglieri di minoranza del gruppo Fiumefreddo Lab (Spinella, Taormina, Nucifora, Fiume) per il mancato versamento di 28 mila euro da parte della ditta che gestiva il servizio di sosta a pagamento delle strisce blu nell’estate del 2018, e per il mancato rispetto del Foglio Patti e Condizioni per il servizio svolto, dopo varie diffide da parte dell’Ente si è arrivati ad una Determina del Responsabile del IV Servizio (nr.109 del 30 Aprile 2019), che prevede una compensazione di somme tra quanto l’Ente comunale doveva alla ditta e viceversa. Nel frattempo, e considerata la compensazione delle somme, ci chiediamo se sia stata annullata la Determina del Responsabile del III Servizio nr. 156 del 01 Ottobre 2018, che prevede il pagamento della fattura nr. 30/18 pari a 22 mila euro alla ditta per il servizio svolto (somme non più dovute vista la compensazione).

Con Determina 142 del 4 Giugno 2019 il servizio per la stagione estiva 2019 è stato assegnato ad una ditta di Perugia per un importo
complessivo di 13.834 euro iva compresa. Precedentemente lo stesso servizio ci è costato 21.520 euro iva compresa. Insomma – conclude Spinella – un risparmio per l’Ente del 36% nella speranza che da quest’anno si incominci ad offrire qualche servizio in
più all’utenza”.

Potrebbero interessarti anche