Catania
13°

Giarre, odissea per una famiglia disagiata. Il Comune assegna l’alloggio: ma è occupato VIDEO

Giarre, odissea per una famiglia disagiata. Il Comune assegna l’alloggio: ma è occupato VIDEO

VIDEO: IL RACCONTO DI ROSARIA RUSSO 

 

Il miraggio di un tetto sicuro ad una famiglia disagiata e il mortificante rimpallo degli uffici del Comune di Giarre che ha scoraggiato una giovane donna, Rosaria Russo, separata e madre di 5 figli, alla quale, previa ordinanza sindacale, è stato temporaneamente assegnato, in via urgente, un alloggio popolare, in via Liguria, nel quartiere popolare Jungo.

Tutto regolare se non fosse che l’alloggio in questione risulta già occupato abusivamente da un’altra famiglia in difficoltà costringendo la donna ad attendere i tempi di uno sgombero coattivo. Ma, come dicevano, in questa vicenda sembra esserci una vistosa quanto demoralizzante carenza di comunicazione tra i vari dipartimenti dell’ente comunale.

All’Ufficio Case del Comune sono state prospettate alla donna alcune soluzioni abitative, appartamenti liberi sulla carta, salvo poi essere negati da un giorno all’altro, scoprendo che erano stati invece occupati illegalmente e quindi indisponibili.

“Sindaco, assessore al ramo e gli stessi Servizi sociali – osserva Rosaria Russo – hanno fatto l’impossibile per assistermi, comprendendo il mio stato di disagio, tuttavia, con grande amarezza, ho potuto riscontare come sia approssimativo negli uffici dell’Area tecnica del Comune il censimento degli alloggi realmente disponibili, al punto da mettere in difficoltà l’amministrazione comunale”.

 

 

Potrebbero interessarti anche