Catania
10°

Riposto, soccorritori del 118 aggrediti durante un soccorso, intevengono i carabinieri

Riposto, soccorritori del 118 aggrediti durante un soccorso, intevengono i carabinieri

Momenti di grande tensione stamane all’alba durante il soccorso di un 63enne colto da malore in casa. I soccorritori del 118 sono stati aggrediti per un presunto ritardo nell’intervento dell’ambulanza. Invero, secondo quanto si è appreso, nell’abitazione della persona colta da malore sono giunte due ambulanze, di cui una medicalizzata. Quest’ultima è stata allertata dalla centrale alle 4.35 – orario della chiamata – per poi raggiungere il luogo del soccorso, in via Duilio a Riposto, alle 4.47. I soccorritori dell’ambulanza medicalizzata e poco prima anche i colleghi del 118 – ambulanza della Croce Rossa Italiana- hanno subito pesanti minacce verbali in un clima di alta tensione che ha rischiato di pregiudicare anche lo stesso soccorso alla persona in difficoltà.

Una operatrice del 118 sarebbe stata addirittura spintonata contro muro riportando delle contusioni ad una spalla. Ai fini della sicurezza degli stessi operatori minacciosamente circondati dai parenti del 63enne si è reso necessario l’intervento di una pattuglia dei carabinieri.

I militari dell’Arma son riuscìti tra non poche difficoltà a calmare gli animi e gli operatori del 118, seppure mortificati da aggressioni verbali e fisiche accompagnate da epiteti di ogni tipo,  hanno soccorso l’anziano che per fortuna è rimasto sempre vigile e con i valori stabilizzati trasportandolo al pronto soccorso dell’ospedale di Acireale. Gli operatori del 118 oggetto dell’aggressione – i sanitari del pronto soccorso hanno repertato le ferite riportate – sono stati invitati presso il comando stazione del carabinieri di Riposto per sporgere denuncia.

Potrebbero interessarti anche