Francavilla di Sicilia: interventi "a pioggia" in tutto il territorio comunale -
Catania
27°

Francavilla di Sicilia: interventi “a pioggia” in tutto il territorio comunale

Francavilla di Sicilia: interventi “a pioggia” in tutto il territorio comunale

Li sta effettuando in queste settimane l’Amministrazione Pulizzi grazie anche alle somme versate a titolo di royalties dalle società del Parco Eolico “Alcantara-Peloritani”. Intanto è stato finalmente bonificato l’edificio incompiuto della pretura di Via Don Nino Russotti, divenuto negli anni una discarica a cielo aperto in pieno centro abitato

Rimane sicuramente un “monumento allo spreco”, ma da qualche giorno ha assunto un aspetto meno “mostruoso” l'”incompiuta” per eccellenza del Comune di Francavilla di Sicilia, ossia l’immobile di Via Don Nino Russotti che avrebbe dovuto ospitare gli uffici della pretura, improvvisamente soppressi dal Governo nazionale negli Anni Ottanta, quando dell’edificio in questione era stato già messo su lo “scheletro” (ossia la struttura in cemento armato, i solai e la copertura). Sono stati infatti ultimati i lavori, disposti dall’Amministrazione Comunale, di bonifica e recinzione dell’immobile, divenuto nel tempo una discarica a cielo aperto.

Alcuni dei nuovi segnali stradali

Come sottolinea il sindaco Enzo Pulizzi, «abbiamo finalmente sanato una profonda “ferita” del nostro centro urbano, anch’essa una delle pesanti eredità che abbiamo ricevuto dal passato insieme ad ingenti debiti fuori bilancio, contenziosi legali e problematiche varie. Sapevamo, comunque, a cosa saremmo andati incontro, ma ci siamo rimboccati le maniche ed affrontiamo ogni giorno la realtà dei fatti con grande umiltà, con tanto impegno e con la massima serietà, senza provvedimenti politici “accomodanti” e producendo fatti e non parole».

Adesso l’edificio incompiuto della “mancata” pretura francavillese verrà dato in comodato d’uso per quarant’anni all’Ente Parco Fluviale dell’Alcantara, che si è impegnato a reperire le risorse finanziarie necessarie a completarlo per farne la propria sede. I vertici dell’area protetta puntano, a tal fine, ad intercettare i fondi PO-FERS 2014-2020 destinati all’ambiente. Anche l’attuale sede del Parco Alcantara, ubicata a Francavilla in Via dei Mulini, è di proprietà del Comune, che l’ha concessa all’ente nel 2001, sempre in regime di comodato d’uso. Pertanto, nel momento in cui l’immobile di Via Don Nino Russotti sarà completato,  e quindi in grado di ospitare gli uffici del Parco, l’edificio di Via dei Mulini tornerà nel pieno possesso del Comune.

Intanto, dopo una lunga interlocuzione con le società “Ser” e “Ser1”, l’Amministrazione Comunale di Francavilla di Sicilia ha incominciato ad incamerare le royalties spettanti alla municipalità dell’Alcantara a titolo di indennizzo ambientale per l’“ospitalità” data sul proprio territorio al Parco Eolico “Alcantara-Peloritani”, ricadente in contrada Sella Mandrazzi.

Il parco giochi di Viale Europa

Si tratta di 75mila euro l’anno e di complessivi 490mila euro con riferimento agli anni pregressi.

Grazie a tali entrate economiche si sta provvedendo, tra l’altro, a risistemare la segnaletica orizzontale e verticale nelle vie del paese, a rafforzare il sistema di videosorveglianza, a dotare di sistemi di sicurezza (telecamere e porte blindate) le sale di Palazzo Cagnone in maniera tale che possano ospitare i reperti archeologici di epoca greca attualmente custoditi nei locali dell’Antiquarium, ad illuminare i ruderi del castello medievale, a realizzare un campo di calcetto nel parcheggio della tensostruttura “V. Leanza”, ad attrezzare il parco giochi di Viale Europa ed a dotare diversi angoli del centro abitato di targhe turistiche interattive al servizio dei visitatori.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO PRINCIPALE: i locali della pretura di Via Don Nino Russotti prima e dopo il recente intervento di bonifica

Potrebbero interessarti anche