Catania
13°

Tragedia di Santa Maria La Scala. Associazione Pescatori Professionali: «L’avevamo preannunciata da tempo»

Tragedia di Santa Maria La Scala. Associazione Pescatori Professionali: «L’avevamo preannunciata da tempo»

In merito alla tragedia che nelle scorse ore è costata la vita a tre giovani inghiottiti dalle onde del mare mentre si trovavano a bordo di un’automobile posteggiata al porticciolo della frazione acese di Santa Maria La Scala, ha diramato un comunicato stampa Alfio Fabio Micalizzi (nel riquadro in foto) nella sua qualità di presidente dell’Associazione Pescatori Marittimi Professionali (A.P.M.P.).

«Ormai da parecchi anni – scrive Micalizzi – la nostra organizzazione segnala e denuncia questo tipo di rischi lungo il litorale catanese, con particolare riferimento ai porticcioli di Acitrezza, Ognina e Santa Maria La Scala.

«Quest’ultimo, in particolare, andava chiuso con una sbarra ed una contestuale segnalazione di pericolo, sia per i cittadini che per i pescatori e gli armatori della zona, i quali rischiano la vita e la perdita delle loro imbarcazioni tutte le volte in cui, sia in estate che in inverno, si verificano delle mareggiate.

«Per quanto ci riguarda, affideremo un incarico all’avv. Francesco Silluzio al fine di valutare la presentazione di un ulteriore esposto e di una contestuale richiesta di costituzione di parte civile nell’eventuale processo che riguarderà la recente tragica scomparsa di questi tre giovani all’interno del porto di Santa Maria La Scala».

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche