Catania
12°

Giarre sotto i riflettori della Prefettura, domani il Comitato per la sicurezza. Controlli dei Cc davanti al Municipio: 6 denunce VD

Giarre sotto i riflettori della Prefettura, domani il Comitato per la sicurezza. Controlli dei Cc davanti al Municipio: 6 denunce  VD

VIDEO: I CONTROLLI DEI CC DAVANTI AL MUNICIPIO

 

Giarre sotto i riflettori della Prefettura di Catania. Gli ultimi episodi criminali avvenuti in sequenza nella cittadina jonica saranno al centro di un vertice operativo fissato per domani venerdi 22 febbraio alle 9.30 in Prefettura a Catania.

Qui il Prefetto Claudio Sammartino ha convocato, un Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica dedicato a Giarre, al quale è stato invitato il sindaco Angelo D’Anna, per l’esame della situazione complessiva della sicurezza nel territorio.

Nei giorni scorsi era stato proprio il primo cittadino giarrese a sollecitare un tavolo alla luce della recrudescenza dei fenomeni criminali, a cominciare dal pestaggio a sangue, seguito da un breve sequestro di persona, in pieno centro;  il clamoroso quanto inedito furto di armi presso il comando di polizia locale ad opera di un commando che ha agito con assoluta perizia criminale; l’anomalo furto al cimitero di Trepunti;  la sequela di furti in tre scuole pubbliche della città, le recenti rapine ai centri scommesse e rifornimenti di benzina e, in ultimo, l’arresto per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti di un agente di polizia locale che svolgeva un ruolo importante all’interno del presidio municipale, godendo della personale fiducia del comandante.

Il vigile urbano che ha tentato di disfarsi di alcune dosi di cocaina, sabato scorso è stato arrestato assieme ad un 24enne nella cui abitazione i carabinieri hanno scovato 13 chili di marijuana.

Ieri sera, intanto, in città, alla vigilia del vertice in prefettura, i carabinieri, con il coordinamento del comandante della compagnia cap. Luca Leccese che ha preso parte alle attività operative, hanno eseguito controlli a tappeto, con sorvolo dell’elicottero e sevizi di pattugliamento a ridosso degli obiettivi sensibili.

I carabinieri, simbolicamente e non a caso, ieri sera, hanno allestito una postazione di controllo proprio dinanzi il municipio di via Callipoli, centro nevralgico della città e teatro in queste settimane di sconvolgenti episodi criminali senza precedenti.

L’ESITO DEI CONTROLLI: 6 DENUNCE

L’attività dell’Arma si è conclusa con la denuncia a piede libero, per vari reati, di sei persone. Un 45 enne di Mascali è stato deferito per furto aggravato: nell’abitazione è stata riscontrata la manomissione del contatore del gas metano, arrecando un danno economico alla società Rete Gas per 20 mila euro.

Sempre per furto aggravato è stato denunciato un 47enne di Riposto, poiché aveva manomesso il contatore per registrare minori consumi presso la propria abitazione.

Deferito per omessa custodia d’arma un pensionato 65enne di Fiumefreddo; denunciato a piede libero un 48enne di Riposto, per sottrazione/danneggiamento di cose sottoposte a sequestro e un 50enne di Fiumefreddo per guida senza patente (poiché revocata e con recidiva).

Infine a Mascali è stato deferito in stato di libertà un 24enne: al termine di una perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di 20 cartucce cal.16 di varie marche, illegalmente detenute.

Quattro, invece, le segnalazioni per varie violazioni amministrative e per possesso di una modica quantità di marijuana. A consuntivo del servizio sono state controllate 32 persone, 14 veicoli, di cui uno sottoposto a fermo amministrativo; eseguite 7 perquisizioni personali ed elevate violazioni al Codice della strada per un valore complessivo di circa 2.100,00 euro.

Potrebbero interessarti anche