Catania
14°

Riposto, al via gli interventi di messa in sicurezza della chiesa della Madonna Addolorata

Riposto, al via gli interventi di messa in sicurezza della chiesa della Madonna Addolorata

Dopo la formale consegna all’impresa aggiudicataria, avvenuta lo scorso autunno, hanno preso il via oggi i lavori di manutenzione straordinaria della chiesa Maria Santissima dell’Addolorata di via Cavour a Riposto.
Gli interventi si rendono necessari per via dalle condizioni in cui versano da tempo la chiesa della Badia e il corpo alloggi. Le opere manutentive per la chiesa riguardano l’apparato decorativo in pietra della facciata principale che appare lesionato ed eroso (gli archi in corrispondenza del coro e dell’ingresso presentano lesioni in chiave di volta, cosi come i quattro elementi lapidei decorativi a pennacchio presenti alla base del frontone e della quinta del campanile).
Fenomeni di degrado generalizzato interessano anche i prospetti est, ovest e nord, prospicienti il cortile interno del complesso, nel corpo alloggi sono stati riscontrati importanti fenomeni di degrado che riguardano principalmente i frontalini e i sottoballatoi di tutti i balconi e delle terrazze di copertura.
La Regione per la realizzazione dei lavori ha stanziato circa 793 mila euro. Da un punto di vista tecnico, gli interventi di messa in sicurezza e di restauro, consistono nella pulitura delle superfici, opere di consolidamento (ricomposizione dei copriferro dei cornicioni gronda, fessurazioni negli intonaci), opere di manutenzione (revisione del manto di copertura, impermeabilizzazione delle canalette di gronda, sostituzione degli imbocchi dei pluviali); opere di risanamento e riqualificazione del comfort termico e visivo, opere per l’abbattimento delle barriere architettoniche (realizzazione rampa di accesso al corpo chiesa con annesso parcheggio interno riservato).
Il sindaco Enzo Caragliano ribadisce “l’importanza e il valore dell’intervento per il quale mi sono speso, ottenendo i fondi, trattandosi di una delle principali opere che fanno parte del patrimonio storico della città che intendiamo preservare e nel contempo rivitalizzare”.

Potrebbero interessarti anche