A Giarre “L’Ultima Coccola” per gli amici a quattro zampe -
Catania
30°

A Giarre “L’Ultima Coccola” per gli amici a quattro zampe

A Giarre “L’Ultima Coccola” per gli amici a quattro zampe

Rivolgendosi all’agenzia funebre per animali d’affezione, è possibile dare il degno estremo saluto a chi ci è stato accanto fedelmente per una parte della nostra vita, evitando altresì sepolture vietate dalla legge e fastidi burocratici

Nella “fredda” e frenetica società odierna, in cui i rapporti interpersonali sono sempre più rarefatti e “virtuali”, gli animali domestici riescono a colmare certi vuoti affettivi particolarmente frequenti e diffusi. E’ quindi dolorosissimo il momento in cui chi ha amato veramente un animale deve distaccarsi definitivamente da esso dopo averlo avuto accanto parecchi anni: è come se volasse via uno stretto congiunto o, ancor di più, un compagno di vita.

coccola3Per i cosiddetti “umani” c’è la “consolazione” del funerale, triste ma doveroso momento commemorativo del caro estinto, cui vengono resi i meritati onori da coloro che ebbero modo di volergli bene. E se, invece, a lasciarci sono il fido cagnolino o il tenero micetto, come sarà possibile onorare degnamente chi ci ha veramente amato con lealtà e semplicità? La risposta è semplice e pressoché “obbligata” per chi risiede in Sicilia: rivolgersi a “L’Ultima Coccola”, ovvero l’agenzia di onoranze funebri per animali d’affezione operante da circa un anno a Giarre nella sua sede di Piazza Mazzini n. 5, nelle immediate adiacenze della stazione ferroviaria del centro etneo.

Il suo giovane e dinamico personale, disponibile h24, provvede con la massima tempestività, tramite un apposito furgone funebre, a ritirare la salma a domicilio o presso il veterinario, ad imbustarla in delle sacche speciali ed a portarla al forno crematorio più vicino.

Ai proprietari, che volendo possono assistere alle operazioni di cremazione, la decisione se farsi o meno restituire le ceneri. In caso di restituzione, presso “L’Ultima Coccola” è possibile scegliere tra una vasta gamma di eleganti urne per contenerle (anche corredabili di foto dell’animale e targhetta con il relativo nome), ideali per il seppellimento o per essere esposte in un angolo della casa a perenne ricordo di colui con cui abbiamo condiviso parte della nostra esistenza.

La cremazione, peraltro, non risponde solo ad un’esigenza di tipo affettivo, ma è resa pressoché obbligatoria dalla normativa vigente ed, in particolare, da alcuni regolamenti dell’Unione Europea entrati in vigore negli ultimi anni che vietano l’abbandono delle carcasse di animale nonché la loro sepoltura in qualsivoglia terreno (in quanto potrebbero inquinare le falde acquifere), a meno che non si tratti di uno degli appositi cimiteri per cani e gatti, che in Italia, però, si contano sulla punta delle dita.

L’agenzia di Giarre, su richiesta dei proprietari, può anche fornire ghirlande e cuscini infiorati per accompagnare decorosamente la salma alla volta del luogo di cremazione.

E così come per i decessi umani, l’“ingombrante” burocrazia fa capolino pure quando ci lasciano gli amici a quattro zampe. Ma “L’Ultima Coccola” cura anche tale aspetto provvedendo al rilascio del certificato di avvenuta cremazione ed al disbrigo delle pratiche per la cancellazione dall’anagrafe canina o felina.

Trattandosi di una delle rarissime strutture di questo tipo esistenti al momento in Sicilia, in questo primo anno di attività la professionalità dell’agenzia funebre “L’Ultima Coccola” di Giarre è stata apprezzata in tutta l’isola, avendo il suo personale effettuato servizi non solo a Catania e provincia, ma anche nel Palermitano, nel Ragusano e nel Messinese.

E tali servizi, oltre che per qualità e precisione, si caratterizzano pure per convenienza economica: ad incidere sul costo complessivo è soprattutto il peso della salma da cremare; pertanto, se l’animale è di piccole dimensioni si parte da un prezzo minimo di appena centocinquanta euro.

Affidarsi a “L’Ultima Coccola” è, dunque, il modo più affettuoso per salutare i nostri amici a quattro zampe, regalando loro ancora una passeggiata insieme.

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche