A Francavilla di Sicilia la natura sposa l’arte in contrada Madonna Gala -
Catania
10°

A Francavilla di Sicilia la natura sposa l’arte in contrada Madonna Gala

A Francavilla di Sicilia la natura sposa l’arte in contrada Madonna Gala

Inaugurato stamattina il Parco Suburbano realizzato nel pittoresco angolo di territorio grazie ad un cospicuo finanziamento regionale. Il caratteristico sito si presta adesso a fare da location per eventi culturali di vario tipo, così come da sempre auspicato dal suo “scopritore” Angelo Varrica. A dare il benvenuto ai visitatori sono, per adesso, le sculture appositamente realizzate dagli studenti del Liceo Artistico “E. Basile” di Messina

Un angolo dove la natura si sposa con l’arte formando un felice e virtuoso connubio. E’ stato solennemente inaugurato questa mattina a Francavilla di Sicilia in quel lembo di territorio da sempre conosciuto come contrada Madonna Gala per la presenza in esso di una chiesetta, ormai sconsacrata, ospitante al suo interno un vecchio dipinto raffigurante la Vergine Maria che allatta il Bambino; “gala”, infatti, è un termine di origine greca indicante il latte.

Adesso, grazie ad un finanziamento dell’Assessorato Regionale ai Beni Culturali di circa settecentomila euro (di cui ottantamila cofinanziati dal Comune di Francavilla) che l’ex sindaco Salvatore Nuciforo riuscì ad intercettare durante i suoi due mandati amministrativi (dal 2002 al 2012), tale idilliaco sito può fregiarsi a pieno titolo della significativa denominazione di “Parco Suburbano”.

E’ stato così coronato il sogno di Angelo Varrica, un maturo cittadino francavillese da sempre impegnato nel sociale il quale, non appena ritiratosi al paese natio dopo aver concluso una brillante carriera di coiffeur per signora in quel di Messina, ha avuto il merito di riprendere, collaborato da alcuni amici, la caratteristica sagra popolare agostana che anticamente si svolgeva proprio in contrada Madonna Gala, riportando l’attenzione dell’opinione pubblica locale e degli amministratori comunali sul pittoresco sito, dove il corso del fiume San Paolo si fa breccia in un lussureggiante polmone verde evocante atmosfere fiabesche. Ormai da diverse estati tale allegro evento non si organizza più, vuoi per gli acciacchi dell’età del suo “patron”, vuoi per le note ristrettezze finanziarie in cui versa il Comune di Francavilla. Il Varrica, tuttavia, non ha mai smesso di esortare sindaci e politici di turno, anche con apposite richieste ufficiali formulate per iscritto, a valorizzare contrada Madonna Gala affinché essa potesse assurgere a meta turistica oltre che a luogo di ispirazione e creatività “en plein air”.

Da quest’oggi, dunque, tutto ciò è realtà in quanto l’impresa messinese “Vincenzo Bombaci”, in circa sei mesi di intenso lavoro iniziato nella scorsa primavera, ha provveduto a riqualificare quell’area dotandola di un agevole sentiero d’accesso, di un anfiteatro naturale in grado di poter fare da location a spettacoli ed eventi vari, di un impianto fotovoltaico ecocompatibile e di uno slargo iniziale, immediatamente prospiciente al Viale Libertà, dove gli studenti del Liceo Artistico “Ernesto Basile” di Messina hanno realizzato, sotto la guida dell’ingegnere nonché affermata scultrice Linda Schipani, una decina di sculture-installazioni in legno e materiale di riciclo ispirate allo “spiritus loci” del territorio di riferimento, ossia l’acqua e la roccia interpretate con gusto moderno ed in maniera avanguardistica.

All’odierno taglio del nastro del nuovo Parco Suburbano di Madonna Gala sono intervenuti il sindaco di Francavilla, Lino Monea, il vicesindaco ed assessore comunale ai Lavori Pubblici, Angelo Russotti, il titolare dell’impresa che ha realizzato l’opera, Vincenzo Bombaci, il direttore tecnico del cantiere, ing. Santi Bombaci, ed il prima citato Angelo Varrica, cui tutti i presenti hanno riconosciuto il merito di aver fatto riaccendere i riflettori su di un incantevole angolo di territorio immeritatamente caduto nel dimenticatoio e, conseguentemente, nel degrado, e che oggi invece, grazie anche alle “battaglie” di questo attempato signore, rinasce finalmente a nuova vita, nella speranza che possa contribuire a “risvegliare” la cittadina dell’Alcantara conferendole lustro ed attrattiva turistica.

La mattinata inaugurale è stata arricchita, oltre che dalla scopertura delle installazioni realizzate dagli studenti del Liceo Artistico “E. Basile”, da raffinati momenti di spettacolo, all’insegna di danze e musiche medievaleggianti e bucoliche, che hanno “collaudato” il nuovo sito.

Ma un’anteprima di tali eventi si era avuta già ieri nelle eleganti ed accoglienti sale di Palazzo Cagnone, che hanno ospitato per l’occasione un pomeriggio di degustazioni e canti siciliani, incentrati anch’essi sulla ricerca di quello “spiritus loci tra acqua e roccia” di cui ci si vuole riappropriare per proporlo a turisti e visitatori “colti” attraverso il nuovo Parco Suburbano di Madonna Gala.

Rodolfo Amodeo

 Francavilla di Sicilia, alcune delle installazioni realizzate dagli studenti del Liceo Artistico Basile di Messina per il Parco Suburbano Madonna Gala 

Francavilla di Sicilia, l'esibizione dei musicisti Federico Chiofalo e Ginevra Gilli all'inaugurazione del Parco Suburbano Madonna Gala

Francavilla di Sicilia, l'anfiteatro naturale all'aperto  del Parco Suburbano Madonna Gala

FOTO: alcuni momenti e protagonisti dell’odierna inaugurazione del Parco Suburbano di Madonna Gala a Francavilla di Sicilia; nei riquadri sulla foto principale (da sinistra) l’assessore Angelo Russotti con Angelo Varrica ed, accanto, i costruttori Vincenzo e Santi Bombaci, Varrica ed il sindaco Lino Monea

Potrebbero interessarti anche