Olio d’oliva “in festa” alle Gole dell’Alcantara -
Catania
23°

Olio d’oliva “in festa” alle Gole dell’Alcantara

Olio d’oliva “in festa” alle Gole dell’Alcantara

Dopodomani, 16 novembre, il Parco Botanico e Geologico del rinomato sito turistico dedicherà l’intera giornata domenicale al prelibato e salutare condimento prodotto nelle campagne del luogo. In programma degustazioni, mostre d’arte ed artigianato, proiezioni video e visite guidate ai frantoi

Occasione ghiotta, quella di dopodomani domenica 16 novembre, per tutti gli amanti della gita fuori porta all’insegna della natura e dei suoi più tipici e genuini sapori. Per un giorno, infatti, “oro blu” ed “oro verde” confluiranno in un virtuoso “mix” nell’incantevole contesto ambientale delle Gole del fiume Alcantara, il rinomato sito turistico ricadente nel territorio di Motta Camastra (con ingresso sulla Strada Statale 185 tra le frazioni di San Cataldo e Fondaco Motta) in cui avrà luogo l’evento “Ruralis: Festa dell’Olio Extravergine d’Oliva”. Per l’occasione, oltre al corso d’acqua che attraversa la Valle facendosi breccia tra un colossale canyon di basalti lavici etnei, nell’accogliente Parco Botanico e Geologico lì realizzato “sgorgherà” anche il prezioso condimento prodotto dai rigogliosi uliveti della zona (in particolare nelle campagne di Motta Camastra, Graniti e Francavilla di Sicilia).

La manifestazione avrà inizio alle ore 10,00 e prevede, nell’arco della mattinata, la visita al Museo Contadino (dove sono esposti i caratteristici oggetti ed attrezzi dell’antico mondo rurale), la proiezione di filmati sulla raccolta e la molitura delle olive ed una dimostrazione reale, presso il frantoio della Tenuta Agricola “TerrAlcantara”, dell’estrazione dell’olio extravergine, unanimemente considerato “elisir di lunga vita” per le sue spiccate qualità salutistiche.

A fare da guida provvederà “ZazzaMike”, ossia la simpatica mascotte (nella foto) di cui si è recentemente dotato il Parco Botanico e Geologico delle Gole dell’Alcantara ed evocante quel piccolo rettile chiamato “geco”, particolarmente diffuso nell’area territoriale in questione.

I partecipanti potranno, inoltre, aggirarsi tra i sentieri ed i prati del sito naturalistico per ammirare le pregevoli opere di diversi artisti ed artigiani siciliani, che esporranno le loro creazioni in un ricco “mercatino”.

I più piccoli, invece, avranno la possibilità di divertirsi allegramente ed in tutta sicurezza (con gonfiabili ed altri giochi ancora) presso il “Baby Park”.

All’ora di pranzo, infine, verrà degustato il classico “pani cunzatu” (ossia il pane condito) accompagnato da olive, pomodori sott’olio, paté, formaggi ed altri prodotti tipici agroalimentari della Valle dell’Alcantara.

Per ulteriori informazioni sullo svolgimento della manifestazione, telefonare allo 0942-985010.

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche