Juventus: un 2023 che potrà sorprendere tutti -
Catania

Juventus: un 2023 che potrà sorprendere tutti

Juventus: un 2023 che potrà sorprendere tutti

Appurato che Massimiliano Allegri continuerà a essere ancora l’allenatore della Juventus anche nel 2023 nonostante le critiche, la squadra bianconera è attualmente in corsa su tre fronti: Serie A, Coppa Italia ed Europa League. 

La stagione 2022-2023 ha già espresso un verdetto che non “gioca” a favore del bilancio generale della Juve di Max Allegri. L’eliminazione ai gironi della Champions League rappresenta il peggior risultato europeo degli ultimi anni, ma la partecipazione all’Europa League nel 2023 potrebbe essere una “‘occasione”. Eh sì, perché se in campionato le scommesse sportive sugli eventi calcistici mettono in evidenza la grande concorrenza che c’è nei principali campionati nazionali e Top Leagues, inclusa la Serie A con Napoli, Milan e Inter ad aggiungersi alla Juve per il titolo, in Europa League la situazione può essere differente.

Non tutti i mali vengono per nuocere dunque, e l’eliminazione dalla Champions potrebbe essere un lontano ricordo a maggio 2023.  La qualificazione ai playoff per la  “seconda” competizione europea come terza del girone di Champions, potrebbe significare quel tanto agognato successo europeo che manca dalla Champions League 1996 vinta con Marcello Lippi allenatore. Del resto lo stesso Allegri non ha nascosto la propria voglia di affermarsi proprio nella competizione europea, e i tifosi italiani già sognano una finale tutta tricolore contro la Roma di Pellegrini e dell’ex bianco nero Dybala.

GENNAIO: CHIAVE DI VOLTA DELLA STAGIONE CALCISTICA?

Le squadre di Allegri sono sempre descritte come dei “diesel”: partono lentamente per poi fare punti e gioco lungo tutto il torneo in corso. Quasi tutti i campionati vinti da Allegri non sono stati dominati dall’inizio, bensì “agganciati” con la costanza e il tempo. Per iniziare questa cavalcata in Serie A la Juventus a gennaio avrà subito diverse occasioni. Innanzitutto ci sarà il big match contro il Napoli al Diego Armando Maradona, poi gli ottavi di Coppa Italia contro il Monza di Galliani e ancora altre due partite di campionato fino al 29 gennaio. Insomma, riassumendo, la squadra di Allegri sarà chiamata a giocare sei partite in meno di 25 giorni.

Un ritmo e una mole di punti tali che potrebbero decidere quale percorso dovrà intraprendere la Juventus: a caccia del titolo di Campione d’Italia, oppure unicamente di un piazzamento in Champions. Inoltre la squadra di Torino ha una tradizione speciale con la Coppa Italia, e i bianconeri sono di fatti i dominatori nel nostro Paese anche grazie ai successi in questa competizione, facendo registrare il maggiore numero sia di scudetti vinti, ben 36, che di Coppa Italia, 14. Non dimentichiamo poi i 9 trofei della Supercoppa italiana.

LE ASPETTATIVE DI FEBBRAIO CONTRO IL NANTES

Febbraio invece sarà il mese del playoff da giocare contro il Nantes. L’occasione è di quelle da non perdere, visto che la Juventus è a tutti gli effetti fra le favorite per arrivare almeno alla finale che si disputerà a Budapest allo stadio Puskás Aréna il 31 maggio. Le altre concorrenti nella rassegna continentale sono le favorite Barcellona e la Roma dell’esperto Mourinho ultima italiana a vincere in Europa, e poi ancora le due sivigliane Betis e Siviglia, e la londinese Arsenal senza escludere il Fenerbahçe in cui milita la conoscenza della nazionale italiana e della nostra Serie A, João Ped

Potrebbero interessarti anche