Giarre, torna la sagra delle ciliegie e delle rose -
Catania
24°

Giarre, torna la sagra delle ciliegie e delle rose

Giarre, torna la sagra delle ciliegie e delle rose

Dopo due anni di stop forzato causa Covid, tornerà quest’anno, nella piazza di Macchia, la Sagra delle ciliegie e delle rose, giunta alla 31ma edizione. La manifestazione è stata presentata nel salone degli specchi, alla presenza del sindaco Leo Cantarella, dell’assessore allo spettacolo e turismo Giuseppe Cavallaro e del presidente del Consiglio comunale, Giovanni Barbagallo. Il gruppo che organizza l’evento, in collaborazione con il Comune, è formato dall’associazione Vecchia Jonia di Egidio Fichera, dalla Fondazione Mariano Strano, presieduta dall’avv. Mario Scandurra, dall’Associazione culturale Macchia, presieduta da Filippo Sciacca, e da Orazio Maccarrone.

La Sagra si terrà i primi tre giorni di luglio. Venerdì 1 luglio è in programma il concorso di moda “La Venere dell’Etna” e l’elezione di Miss Reginetta delle rose dell’Etna.

Sabato 2 si terrà il concerto del cantastorie Luigi Di Pino. Il clou della manifestazione sarà domenica 3 con la sfilata di 5 carretti siciliani e la partecipazione di 7 gruppi folk provenienti da varie parti della Sicilia. I gruppi si esibiranno per tutto il giorno, parteciperanno anche alla celebrazione eucaristica in chiesa. Nel pomeriggio sfileranno e a partire dalle ore 20 inizieranno le esibizioni sul palco. Numerosi stand di ciliegie e prodotti tipici saranno allestiti attorno alla piazza, come vuole la tradizione.

L’evento ha il patrocinio dell’assessorato regionale allo sport e turismo, retto da Manlio Messina, e dell’Ars. Il premio Ciliegie e rose dell’Etna sarà consegnato all’assessore Messina, rappresentato, durante la presentazione, dal suo segretario particolare, Alberto Cardillo.

Presente anche l’Agenzia di moda Modern Divergent agency di Antonio Russo e Sebastiano Massimino, il cantastorie Luigi Di Pino, il presentatore delle serate, Maurizio Caruso, e il presidente del consorzio Ciliegia dell’Etna dop, Carmelo Spina. Supporto all’evento viene dato anche dall’istituto agrario Mazzei, retto dalla dirigente Tiziana D’Anna, che ospiterà i gruppi folkloristici a pranzo, e dall’istituto comprensivo Giuseppe Russo che metterà a disposizione dei gruppi dei locali per il cambio d’abito.

Potrebbero interessarti anche