Giarre, ampliamento caserma Cc e parco Giardino, progetti impantanati -
Catania
34°

Giarre, ampliamento caserma Cc e parco Giardino, progetti impantanati

Giarre, ampliamento caserma Cc e parco Giardino, progetti impantanati

C’è il potenziale rischio che due importanti finanziamenti concessi dalla Regione, con fondi della Presidenza a sostegno di un progetto per lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento di parte dei locali dell’ex Pretura di corso Sicilia, per l’ampliamento della sede del comando della Compagnia dei carabinieri (156 mila euro) e per lavori urgenti di ripristino funzionale dei servizi igienici per il pubblico del parco giardino comunale di viale Jonio a Macchia (167.454,41 euro), possano rimanere solo un proposito, vanificando ogni sforzo profuso per due strutture pubbliche importanti.

La Regione già da tempo ha sollecitato l’aggiornamento dei progetti comunali, ma ad oggi – si apprende – la documentazione tecnica non è stata ancora trasmessa all’ente regionale, nonostante le reiterate sollecitazioni. Per l’ampliamento della caserma dei carabinieri (sede della compagnia di Giarre), stante la necessità di utilizzare l’intero fabbricato dell’ex Pretura mandamentale (la struttura è chiusa da svariati anni) , sulla scorta di un impegno assunto dall’assessorato regionale alle Infrastrutture, è stato preventivato un impegno di spesa complessivo di oltre 2 milioni di euro, il cui progetto, particolarmente complesso, è ancora in fase di stesura.

Mentre è stato ultimato il progetto a sostegno del finanziamento di 156 mila euro, “che – rassicura l’assessore ai Lavori pubblici Claudio Raciti – l’amministrazione conta di inviare a breve alla Regione che lo attende per mandarlo in gara”. Analogamente non sarebbe ancora pronto l’aggiornamento del progetto per la riqualificazione del parco comunale di viale dello Jonio a Macchia (ripristino servizi igienici e altre opere accessorie) e che anche per questa stagione estiva, ormai imminente, non potrà essere utilizzato per i vari eventi.

Il sindaco Leo Cantarella afferma che, in particolare per l’ampliamento della caserma di corso Sicilia,  “da tempo ho avviato l’interlocuzione con i vertici dell’Arma e che l’intendimento rimane quello di rispettare gli impegni assunti, evitando di creare ritardi che possano compromettere il finanziamento. Anche per il parco giardino di Macchia sarà mia cura imprimere la necessaria accelerazione”.

Potrebbero interessarti anche