Controlli straordinari nell’Acese: un arresto ad Aci Castello, una denuncia e la chiusura di un locale -
Catania
13°

Controlli straordinari nell’Acese: un arresto ad Aci Castello, una denuncia e la chiusura di un locale

Controlli straordinari nell’Acese: un arresto ad Aci Castello, una denuncia e la chiusura di un locale

I Carabinieri delle Stazioni di Aci Castello e Aci Sant’Antonio, coadiuvati dai colleghi del XII° Reggimento Sicilia, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato al contrasto dei reati in genere, nonché al contenimento della diffusione epidemica da coronavirus, hanno ottenuto i seguenti risultati:

Arrestato nella flagranza un 25enne di Aci Castello, poiché ritenuto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari, a seguito di breve attività info – investigativa, hanno eseguito una perquisizione nell’abitazione del giovane castellese, all’interno della quale sono stati rinvenuti e sequestrati circa 15 grammi di “marijuana”, già suddivisa in dosi, 40 euro in contanti, nonché del materiale comunemente utilizzato dagli spacciatori per confezionare le dosi di stupefacente da porre in commercio.

Denunciato un pregiudicato di 21 anni di Aci Castello, poiché ritenuto responsabile di sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro. Il giovane è stato sorpreso in via Giacinta Pezzana alla guida di un motociclo Honda SH già sottoposto a sequestro amministrativo.

Chiuso per 5 giorni un locale pubblico ubicato in piazza Europa ad Aci Sant’Antonio, poiché all’ingresso del locale mancava il cartello recante il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente. Al titolare è stata irrogata una sanzione amministrativa pari a 400 euro.

Potrebbero interessarti anche