Mascali, il cagnolino Lazzaro dell’Oasi del Randagio ha passato il ponte dell’arcobaleno -
Catania
25°

Mascali, il cagnolino Lazzaro dell’Oasi del Randagio ha passato il ponte dell’arcobaleno

Mascali, il cagnolino Lazzaro dell’Oasi del Randagio ha passato il ponte dell’arcobaleno

Sarà difficile dimenticare i suoi grandi e dolci occhioni e la sua forza di vivere, ma il cagnolino Lazzaro ha passato il ponte dell’arcobaleno.

A darne la brutta notizia Angelo Scuderi, gestore assieme alla moglie Alfia dell’Oasi del Randagio di Mascali, dove negli ultimi due anni e mezzo è stato accolto e curato con immenso amore.

Alle 7.23, di ieri mattina, anche il suo cuore, l’unico organo che ormai lo teneva in vita, si è fermato. “Non c’era più niente da fare per lui, non ce la faceva più” ha detto Angelo Scuderi nel corso della diretta facebook nella quale ha annunciato con profondo dolore la morte di Lazzaro.

“Da un po’ di tempo accusava grossi problemi: la vescica e i reni non funzionavano più, perdeva tutte le proteine che gli davamo, non metteva più peso era diventato pelle ed ossa. Non riusciva più a stare sul carrellino. In questi 2 anni e mezzo trascorsi all’Oasi, Lazzaro ci ha fatto comprendere la forza e lo spirito di superare qualsiasi ostacolo lottando con tutte le sue forze. Tante persone sono state incoraggiate dal suo esempio di vita e di lotta. Ci ha insegnato a non arrenderci, a non dire mai che è finita e che ogni respiro va degnamente vissuto”.

Tutti ricordiamo la storia di sofferenza ma soprattutto di rinascita di Lazzaro che nel marzo del 2019 era stato abbandonato in un dirupo, dentro un sacco, legato con corde e lacci, ritrovato in fin di vita da Giacomo, il figlio dei coniugi Scuderi.

Da quel momento Lazzaro aveva deciso di lottare anche se paralizzato nelle gambe posteriori. Un carrellino realizzato da Francesco Messina, gli aveva ridato la possibilità di muoversi in autonomia.

Nonostante i soprusi e il dolore causati dalla violenza e dalla cattiveria dell’uomo il dolce cagnolino era tornato a vivere.

“Il suo corpo è andato via, nei prossimi giorni verrà cremato  ma il suo spirito resterà sempre all’Oasi – ha detto Angelo Scuderi. Tutto quello che faremo in futuro sarà fatto anche in nome suo. Il gruppo facebook di Lazzaro, che aveva superato i 35 mila fans da tutte le parti del mondo, rimarrà aperto in sua memoria”.

Angela Di Francisca

Potrebbero interessarti anche